Asl Roma 2 – n.2 Posti di Dirigente Medico – Anestesia e Rianimazione

Scadenza 16 ottobre 2017

In esecuzione della deliberazione n. 1408 del 20.07.2017 è indetto un Avviso pubblico per titoli e colloquio per la copertura a tempo determinato di n.2 posti vacanti o per assenze a vario titolo di dipendenti della ASL Roma 2 con la qualifica di Dirigente Medico – disciplina Anestesia e Rianimazione, ai sensi della disciplina concorsuale prevista dal del D.P.R. n. 483 del 10.12.1997 E’ garantita la parità e la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro così come stabilito dal D.P.R. n. 220/2001 e dagli artt. 33 e 57 del D.Lgs 165/2001. 

REQUISITI GENERALI E SPECIFICI DI AMMISSIONE

I requisiti generali e specifici di ammissione sono quelli previsti dagli artt. 1 e 24 del D.P.R. n. 483 del 10.12.1997 e cioè: 
1) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea; 
2) Idoneità fisica all’impiego e alle mansioni della posizione bandita, il cui accertamento sarà effettuato a cura dell’azienda prima dell’immissione in servizio; 
3) non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati o destituiti dall’impiego presso pubbliche amministrazioni o interdetti da pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato 
4) diploma di laurea in medicina e chirurgia; 
5) specializzazione nella disciplina oggetto dell’avviso o specializzazione in una delle discipline riconosciute equipollenti ai sensi del D.M.30.1.1998 e s.m.i. ovvero specializzazione in una delle discipline riconosciute affini ai sensi del D.M. 31.1.1998 e s.m.i.; 
6) iscrizione all’albo dell’Ordine dei medici-chirurghi. Tale iscrizione dovrà essere certificata, in data non anteriore a sei mesi, all’atto dell’eventuale assunzione in servizio. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio. 
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti, pena di esclusione, alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di ammissione. 
Ai sensi della Legge 125/1991 e s.m.i. questa amministrazione garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro. 

MODALITA’ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda di partecipazione all’Avviso, redatta in carta semplice, secondo lo schema allegato, debitamente firmata ed indirizzata al Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale Roma 2 – Via Filippo Meda 35 – 00157 Roma, deve pervenire, improrogabilmente entro il 20° giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio. Qualora la scadenza coincida con un giorno festivo, il termine di presentazione si intende prorogato al primo giorno successivo non festivo. L’eventuale riserva di invio di documenti (integrazioni) successivo alla data di scadenza del bando è priva di effetti. 
La domanda, sottoscritta in originale dal candidato, potrà essere prodotta entro il termine di scadenza, attraverso le seguenti modalità: 
- Tramite raccomandata a/r – in busta chiusa, recante sul frontespizio la seguente dicitura: “ Avviso pubblico, per titoli e colloquio per la copertura a tempo determinato di n.2 posti vacanti o per assenze a vario titolo di dipendenti della ASL Roma 2 con la qualifica di Dirigente Medico – disciplina Anestesia e Rianimazione”. In tal caso fa fede il timbro e la data dell’ufficio postale accettante. 
- tramite Posta Elettronica Certificata mediante l’account di posta certificata dell’istante all’indirizzo: protocollo.generale@pec.aslroma2.it e dovranno pervenire da casella di posta elettronica certificata personale, indicando all’oggetto: “Avviso pubblico, per titoli e colloquio per la copertura a tempo determinato di n.2 posti vacanti o per assenze a vario titolo di dipendenti della ASL Roma 2 con la qualifica di Dirigente Medico – disciplina Anestesia e Rianimazione”. Non sarà ritenuto valido l’invio dalla casella di posta elettronica non propria e/o da casella di posta semplice/ordinaria anche se indirizzata all’indirizzo di posta elettronica certificata sopra indicato. La domanda di partecipazione trasmessa a mezzo PEC dovrà essere firmata dal candidato in maniera autografa e scansionata. La domanda e la documentazione ivi allegata, compreso il documento di identità, deve essere inviata in un unico file in formato PDF. La validità della trasmissione e ricezione della corrispondenza è attestata, rispettivamente, dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna. 
- Consegnata a mano presso l’Ufficio Protocollo dell’Azienda Sanitaria Locale Roma 2 – Via Filippo Meda 35 – 00157 Roma indicando sulla busta la seguente dicitura —“Avviso pubblico, per titoli e colloquio per la copertura a tempo determinato di n.2 posti vacanti o per assenze a vario titolo di dipendenti della ASL Roma 2 con la qualifica di Dirigente Medico – disciplina Anestesia e Rianimazione” In tal caso fa fede il timbro e la data dell’Ufficio Protocollo. 
Non saranno esaminate le domande inviate prima della pubblicazione sul BURL. Il mancato rispetto dei termini sopra descritti determina l’esclusione dalla procedura. L’Amministrazione non assume, fin da ora, alcuna responsabilità per il mancato recapito di domande, comunicazioni e documentazioni dipendenti da eventuali disguidi postali, da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente o da mancata o tardiva comunicazione del cambio di indirizzo indicato nella domanda, nonché da altri fatti non imputabili a colpa dell’Amministrazione. Le domande devono essere complete della documentazione richiesta. 

FORMULAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE AL CONCORSO 
Nella domanda di ammissione all’Avviso, redatta in carta semplice, secondo lo schema allegato 1) il candidato deve dichiarare, ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000, consapevole che, in caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, decadrà dai benefici eventualmente conseguiti fatte salve le responsabilità penali di cui agli artt. 75 e 76 del D.P.R. n° 445/2000, quanto segue: 
a) il cognome, il nome, la data, il luogo di nascita e la residenza e il codice fiscale; 
b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente (i cittadini degli stati membri dell’Unione Europea devono inoltre dichiarare di godere dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza e di provenienza e di avere una adeguata conoscenza della lingua italiana); 
c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle liste medesime; 
d) l’idoneità fisica all’impiego; 
e) di non essere stato dispensato dall’elettorato attivo e non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso Pubblica Amministrazione ovvero licenziato; 
f) di non aver riportato condanne penali e di non aver procedimenti penali in corso ovvero le eventuali condanne penali riportate nonché gli eventuali procedimenti penali in corso; 
g) di no n aver prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni ovvero di aver prestato servizio (indicandone la sede e le motivazioni di eventuale cessazione); 
h) il possesso, con dettagliata specificazione, dei requisiti specifici di ammissione sopra riportati; 
i) la posizione nei riguardi degli obblighi militari; 
l) gli eventuali titoli comprovanti il diritto di preferenza nel reclutamento a parità di punteggio; 
m) il domicilio, con recapito telefonico ed indirizzo e-mail e l’eventuale indirizzo di posta elettronica certificata presso il quale deve essere fatta ogni necessaria comunicazione, inerente il presente Avviso. I candidati hanno l’obbligo di comunicare gli eventuali cambiamenti d’indirizzo all’Azienda che non assume responsabilità alcuna nel caso di irreperibilità presso l’indirizzo comunicato; 
n) l’autorizzazione al trattamento dei dati personali, ai sensi dell’art. 13 del D.lgs n° 196/2003; i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti dall’ufficio competente per lo svolgimento della procedura e saranno trattati presso una banca dati, sia automatizzata che cartacea, anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo; 
o) di possedere tutti i requisiti previsti dal bando ed accettare tutte le condizioni previste dallo stesso. 
La firma in calce alla domanda non deve essere autenticata, ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 28/12/2000, n° 445. 
Non è sanabile e comporta l’esclusione dall’avviso l’omissione: 
- anche di una sola delle dichiarazioni richieste nella domanda; 
- della fotocopia del documento di riconoscimento. 
Le dichiarazioni rese in modo generico o incompleto non saranno valutate. 
La presentazione della domanda di partecipazione comporta l’accettazione, senza riserva, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente bando e di tutte le norme in esso richiamate. 
DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI AMMISSIONE 
Il candidato deve allegare i seguenti documenti: 

1) documentazione attestante il possesso dei requisiti specifici previsti per l’ammissione; 

2) eventuali titoli che ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito (stati di servizio, pubblicazioni, corsi, titoli di studio, attività di docenza); 

3) curriculum formativo e professionale, datato e firmato, che, qualora contenga dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto notorio, deve recare all’inizio la seguente formula: “II sottoscritto, ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 D.P.R. n. 445/2000 nel caso di mendaci dichiarazioni, falsità negli atti, uso o esibizione di atti falsi o contenenti dati non più rispondenti a verità, dichiara che quanto di seguito riportato in relazione alla domanda di partecipazione al Avviso pubblico, per titoli e colloquio per la copertura a tempo determinato di n.2 posti vacanti o per assenze a vario titolo di dipendenti della ASL Roma 2 con la qualifica di Dirigente Medico – disciplina Anestesia e Rianimazione, corrisponde a verità”; 
4) elenco dettagliato dei documenti e dei titoli allegati (numerati progressivamente in relazione al corrispondente documento), datato e firmato, che deve recare, all’inizio, la seguente formula: “Il sottoscritto, , ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 D.P.R. n. 445/2000 nel caso di mendaci dichiarazioni, falsità negli atti, uso o esibizione di atti falsi o contenenti dati non più rispondenti a verità, dichiara che le copie dei sottoelencati documenti allegati alla propria domanda di partecipazione all’Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n.2 posti vacanti o per assenze a vario titolo di dipendenti della ASL Roma 2 con la qualifica di Dirigente Medico – disciplina Anestesia e Rianimazione, sono conformi agli originali”; 
5) copia fotostatica di un documento di riconoscimento in corso di validità su cui deve essere apposta la propria firma leggibile. 

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

Ai sensi dell’art. 40, comma 1, del DPR n. 445/2000, così come modificato dall’art. 15 della Legge n. 183 del 12 novembre 2011, “Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli artt. 46 e 47”. 
Pertanto qualunque eventuale titolo prodotto in copia potrà costituire oggetto di valutazione solo se accompagnato da relativa autocertificazione da compilarsi in conformità alla normativa vigente. 
AUTOCERTIFICAZIONE 
Nella dichiarazione sostitutiva di certificazione devono essere descritti analiticamente tutti gli elementi necessari all’esatta individuazione del titolo: la dichiarazione incompleta non sarà tenuta in considerazione. 
In particolare, con riferimento al servizio prestato, la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, resa con le modalità sopraindicate, dovrà contenere l’esatta denominazione dell’Ente presso il quale il servizio è stato prestato, la qualifica, il tipo di rapporto di lavoro (tempo indeterminato, determinato, part-time, ecc.), l’orario di lavoro, le date di inizio e conclusione del servizio prestato nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare, ecc.) e quant’altro necessario per valutare il servizio stesso. Anche nel caso di autocertificazione di periodi di attività svolta in qualità di borsista, di docente, di incarichi libero-professionale ecc. occorre indicare con precisione tutti gli elementi indispensabili alla valutazione (tipologia e monte ore mensile dell’attività, indicazione precisa (giorno, mese, anno) di inizio e fine attività, sede di svolgimento della stessa). 
Per i periodi di servizio prestati all’estero presso organismi internazionali, valutabili nei titoli di carriera ai sensi dell’art.23 del DPR 483/1997, è necessario che gli interessati specifichino l’esatta denominazione dell’Ente, la data di inizio e dell’eventuale cessazione, eventuali interruzioni del rapporto di impiego, i motivi di cessazione, il profilo professionale e la disciplina di inquadramento. 
Il predetto servizio deve avere ottenuto, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso, il necessario riconoscimento, ai fini della valutazione, rilasciato dalle competenti autorità ai sensi della normativa vigenti (indicare estremi del provvedimento di riconoscimento). 
Per i periodi di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi, di ferma volontaria e di rafferma, valutabili nei titoli di carriera ai sensi dell’art.20 comma 2 del DPR 483/1997 è necessario che gli interessati specifichino, oltre all’esatto periodo di servizio prestato, anche se il servizio stesso sia stato svolto o meno come ufficiale medico nella disciplina 
La dichiarazione sostitutiva relativa alla partecipazione a corsi, convegni, congressi o seminari, dovrà indicarne oggetto, società o ente organizzatore, data, luogo e durata di svolgimento, partecipazione in qualità di uditore o relatore e se era previsto l’esame finale e gli eventuali crediti formativi. 
La dichiarazione sostitutiva relativa allo svolgimento di attività di docenza, dovrà indicare: titolo del corso, società o ente organizzatore, date in cui è stata svolta l’attività di docenza, numero di ore di docenza svolte. 
Le pubblicazioni, che devono essere edite a stampa, devono essere presentate in originale o in fotocopia semplice corredate da una dichiarazione sostitutiva attestante la conformità all’originale redatta secondo le modalità di cui al succitato art. 19 del D.P.R. n. 445/2000. 
Alla domanda dovrà essere altresì unito un curriculum formativo professionale nonché un elenco, in triplice copia ed in carta semplice, dei documenti presentati, numerato progressivamente in relazione al corrispondente titolo e con indicazione del relativo stato (originale, copia autenticata, copia semplice autenticata con dichiarazione sostitutiva di conformità o autodichiarazione). 
I titoli che danno luogo a precedenze o a preferenze, a parità di punteggio, sono quelli previsti dall’art. 5 del D.P.R. 9.5.1994, n. 487, e successive modifiche. Sarà cura degli aspiranti allegare alla domanda i relativi documenti probatori (ovvero autocertificarli, se previsto) e richiedere esplicitamente il beneficio. 
Dovrà essere infine allegata copia, fronte retro, di un documento di identità in corso di validità su cui deve essere apposta la propria firma leggibile, ai fine della validità dell’istanza di partecipazione. 
Non saranno valutati i titoli non debitamente autocertificati o presentati oltre il termine di scadenza, né saranno prese in considerazione copie di documenti non complete di dichiarazione rilasciata ai sensi del DPR n. 445/2000. L’eventuale riserva di invio successivo di documento è priva di effetto. 
Non saranno presi in considerazione documenti o titoli che i candidati abbiano allegato a domande di partecipazione ad altri avvisi o concorsi indetti dall’Azienda. 
La domanda ed i documenti allegati non sono soggetti all’imposta di bollo. 
L’Azienda si riserva la facoltà di procedere a controlli a campione per accertare la veridicità delle dichiarazioni sostitutive. Le dichiarazioni mendaci e false sono punite penalmente ai sensi del DPR n. 445/00. Qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il dichiarante decadrà dal rapporto di impiego conseguito sulla base della documentazione suddetta. 
Non è ammesso alcun riferimento a documentazione esibita per la partecipazione a precedenti concorsi o comunque esistenti agli atti di questa Azienda (ex USL ROMA C e ex USL ROMA B) anche come candidatura spontanea. Coloro che abbiano presentato già in precedenza eventuali candidature per l’assunzione nel profilo professionale in oggetto, devono necessariamente, nel caso in cui abbiano interesse a partecipare al presente avviso, inoltrare nuova istanza con la documentazione richiesta dal presente bando. Non è possibile fare riferimento alla documentazione già in possesso di questa Amministrazione. 
AMMISSIONE/ESCLUSIONE 
L’ammissione e/o l’eventuale esclusione sarà disposta con delibera del Direttore Generale e i nominativi degli ammessi ed esclusi dalle prove saranno pubblicati nel sito aziendale nella sezione “Concorsi”. 
L’amministrazione può disporre in ogni momento, con provvedimento motivato, l’esclusione dal concorso per difetto dei requisiti di ammissione prescritti dal bando. 

COMMISSIONE ESAMINATRICE E PROVE DI ESAME

La Commissione esaminatrice sarà nominata, con successivo e separato atto deliberativo, nel rispetto di quanto disposto dall’art. 35-bis del D.Lgs. n. 165/01 “Prevenzione del fenomeno della corruzione nella formazione di commissioni e nelle assegnazione agli uffici”. Integrata come da DCA L’Amministrazione si riserva la possibilità di costituire apposite sottocommissioni, secondo le modalità previste dal DPR n. 220/2001. 
Prova preselettiva 
Nel caso in cui il numero delle domande di partecipazione sia superiore a 300 (trecento), l’Azienda procederà allo svolgimento di una prova preselettiva (art. 3 c. 4 D.P.R. 27.03.2001, n. 220) intesa ad accertare il grado di professionalità posseduto in relazione a quello richiesto per lo svolgimento delle mansioni proprie del profilo di inquadramento. La preselezione, che non è prova d’esame, consisterà nella risoluzione di appositi quiz a risposta multipla e/o alla soluzione di domande a risposta sintetica, vertenti sulle materie previste per il colloquio. 
Il superamento della prova preselettiva costituisce requisito essenziale di ammissione all’avviso . La votazione conseguita non concorre alla formazione del punteggio finale di merito. 
Saranno ammessi al colloquio i primi 150 (centocinquanta) candidati (più eventuali ex aequo), in base all’ordine decrescente della graduatoria che scaturirà dalla valutazione della prova selettiva. 
I candidati che hanno presentato domanda e ai quali non sia stata comunicata l’esclusione dall’avviso per difetto dei requisiti prescritti, sono tenuti a presentarsi, muniti di un valido documento di riconoscimento, a sostenere la prova preselettiva nella data e nel luogo resi noti tramite avviso che sarà pubblicato sul sito internet aziendale della ASL ROMA 2 Sezione Concorsi non meno di quindici giorni prima dell’inizio delle prove medesime. 
Il punteggio della valutazione dei titoli sarà pubblicato nel sito www.aslrm2.it nella sezione “concorsi”, prima dell’effettuazione del colloquio 
La suddetta convocazione con l’indicazione della data, dell’ora e del luogo di svolgimento costituiscono a tutti gli effetti formale notifica nei confronti dei candidati ammessi alla procedura in parola. 
I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove d’esame nel giorno, nell’ora e nella sede stabiliti saranno dichiarati decaduti dall’avviso, qualunque sia la causa dell’assenza anche se non dipendente dalla loro volontà. 
Il diario del colloquio sarà pubblicato nel sito www.aslrm2.it nella sezione “concorsi”, non meno di quindici giorni prima dell’inizio della prova medesima.

MODALITA’ DI SELEZIONE 
Il colloquio verterà sulle materie inerenti alla disciplina dell’avviso nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire e si intende superato positivamente se il candidato ottiene un punteggio di almeno 24/40. Il candidato che ottenga un punteggio inferiore a 24/40 nel colloquio è da considerarsi non idoneo da parte della commissione.
PUNTEGGI PER TITOLI E COLLOQUIO 
Ai sensi dell’art. 8 punto 3 del D.P.R. 220/2001 i punteggi per i titoli e le prove d’esame sono complessivamente 60 punti così ripartiti: 
- 20 punti per i titoli 
- 40 punti per il colloquio 
I punteggi per la valutazione dei titoli sono così ripartiti: 
a) 10 punti per i titoli di carriera 
b) 3 punti per i titoli accademici e di studio 
c) 2 punti per le pubblicazioni e titoli scientifici 
d) 5 punti per il curriculum formativo e professionale 
In modo più dettagliato la Commissione esaminatrice adotta i seguenti punteggi 
a) Titoli di carriera – punti 10 
Per la valutazione dei titoli di carriera, la Commissione, oltre ad applicare i criteri previsti dall’art. 11, lett. a) del D.P.R. 220/2001; 
b) Titoli accademici e di studio – punti 3 
I titoli accademici e di studio sono valutati secondo quanto previsto dall’art. 11, lett. b) del D.P.R. 220/2001; 
c) Pubblicazioni e titoli scientifici – punti 2 
Le pubblicazioni e i titoli scientifici sono valutati secondo quanto previsto dall’art. 11 lett. c) del D.P.R. 220/2001; 
d) curriculum formativo e professionale – punti 5 
Il curriculum formativo e professionale è valutato secondo quanto disposto dall’art. 11, del D.P.R. 220/2001 
Per il colloquio la commissione dispone di 40 punti. Il superamento dello stesso è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 24/40 
GRADUATORIA 
La graduatoria dei candidati idonei sarà formulata dalla Commissione esaminatrice, tenuto conto degli eventuali titoli comprovanti il diritto di riserva o preferenza presentati dai candidati con la domanda di partecipazione secondo quanto previsto dall’art. 5 del D.P.R. n. 487/94. 
E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito nel colloquio la prevista valutazione di sufficienza. 
La graduatoria di merito sarà approvata con deliberazione del Direttore Generale dell’Azienda ASL Roma 2 e sarà pubblicata nel sito aziendale www.aslroma2.it nella sezione “concorsi” I vincitori saranno invitati ad assumere servizio entro i termini stabiliti dalla normativa contrattuale vigente e dalle norme regionali. Ai fini giuridici ed economici l’assunzione decorrerà dalla data dell’effettiva immissione in servizio. 
ADEMPIMENTI DEI CONCORRENTI E DEI VINCITORI 
Il candidato dichiarato vincitore sarà invitato dalla ASL Roma 2 alla sottoscrizione del contratto individuale di lavoro. 
L’Azienda, verificata la sussistenza dei requisiti, procederà alla stipula del contratto nei quale sarà indicata la data di presa servizio. Gli effetti economici decorreranno dalla data di effettiva presa servizio. L’accertata carenza di uno dei requisiti prescritti per l’assunzione, determinerà la risoluzione immediata del rapporto di lavoro. Il rapporto di lavoro di cui trattasi, disciplinato dal C.C.N.L. del Comparto Sanità vigente per tempo, ha carattere di esclusività. 

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi delle disposizioni di cui alla legge 31.12.1996, n. 675 relativa alla tutela della riservatezza rispetto al trattamento dei dati personali e, in particolare, delle disposizioni di cui all’art. 10, questa Azienda U.S.L., nella persona del Direttore Generale, quale titolare dei dati inerenti il presente bando, informa che il trattamento dei dati contenuti nelle domande presentate è finalizzato all’espletamento dell’Avviso pubblico in questione. Gli stessi potranno essere messi a disposizione di coloro che, dimostrando un concreto interesse nei confronti della suddetta procedura, ne facciano espressa richiesta ai sensi dell’art. 22 della Legge n. 241/90. 
Quest’Azienda U.S.L. precisa che, data la natura obbligatoria del conferimento dei dati, un eventuale rifiuto degli stessi (o una loro omissione) nei termini stabiliti sarà causa di esclusione dalla procedura di che trattasi. 
Ai sensi dell’art. 13 della Legge n. 675/96 i candidati hanno diritto di conoscere i dati che li riguardano, di chiederne l’aggiornamento, la rettifica, la cancellazione o il blocco dei dati in caso di violazione di legge, nel rispetto tuttavia dei termini perentori previsti relativamente alla procedura di che trattasi. 

DISPOSIZIONI VARIE

L’Amministrazione si riserva la facoltà ove ricorrano motivi di pubblico interesse, di prorogare, sospendere o riaprire i termini del presente avviso nonché modificare, revocare o annullare l’avviso stesso, dandone comunicazione agli interessati, senza che i candidati possano avanzare alcuna pretesa a qualunque titolo 
Il presente bando di Avviso pubblico garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ai sensi della legge 10.4.1991, n. 125. 
Per informazioni e chiarimenti in merito gli aspiranti potranno rivolgersi dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13,00 alla UOC Gestione Giuridica Risorse Umane – Sede Operativa Via Primo Carnera, 1 – 00142 Roma (telefono: 06/51004654/45/6530).