AUSL Modena, l’universo digitale al servizio della salute

L’Azienda USL di Modena tra i protagonisti di Smart Life con tutorial e dimostrazioni pratiche per utilizzare i suoi canali online

Anche l’Azienda USL di Modena è tra i protagonisti di Smart Life, il festival della cultura digitale in programma da venerdì 28 a domenica 30 settembre a Modena. In particolare, gli operatori dell’Ausl saranno presenti, presso lo Spazio Expo Smart in Piazza Grande, venerdì dalle 14.30 alle 15.30 e sabato dalle 11 alle 13. Sarà l’occasione per mostrare ai cittadini tutte le potenzialità dei canali digitali creati e sviluppati negli ultimi anni con cui è possibile accedere a servizi e prestazioni o dialogare direttamente con l’Azienda sanitaria.
Tra questi, spicca il nuovo sito (www.ausl.mo.it), un portale di nuova concezione che ha, tra i punti di forza, la geolocalizzazione di tutti i servizi della rete Ausl, dagli ospedali alle Case della salute, dai punti prelievo ai pronto soccorso, passando per pediatria di comunità, consultori, punti unici di prenotazione e assistenza di base, per avere immediatamente indicazioni stradali per raggiungere le strutture sanitarie. Altra possibilità per accedere ai servizi senza muoversi da casa è rappresentata dalla app MyAusl, che consente di scaricare referti e TAO, cercare un servizio, un medico o un pediatra di famiglia e consultare news; offre inoltre un servizio di messaggistica per comunicare direttamente con l’Azienda sanitaria. Qurami, invece, è l’applicazione che permette di prendere il numero per la fila, con un semplice “tap” e comodamente da casa, per alcuni servizi dell’Azienda. Tra i vari servizi online anche “CUPWeb – Prenota Stampa Disdici” per la prenotazione di prestazioni specialistiche, la possibilità di pagare il ticket online e il Fascicolo Sanitario Elettronico, che rappresenta la storia clinica personale consultabile tramite pc, tablet e smartphone in ogni istante. Nella società iperconnessa di oggi, non potevano mancare i social network, su cui l’Azienda è presente sia per fare informazione su stili di vita corretti e prevenzione, sia per implementare i canali di comunicazione con i cittadini: Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn e Youtube rappresentano, infatti, una preziosa fonte di scambio reciproco tra l’Ausl e i suoi stakeholder.