Biotestamento: il Consiglio di Stato ha dato il via libera

Il testamento biologico: è effettiva la sua attuazione. Il consiglio di Stato ha reso noto che “Con le Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT) ciascun individuo, nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali, può decidere ora per allora su eventuali trattamenti sanitari che potrebbero riguardarlo e sui quali in futuro non sarà in condizione di prestare il consenso; ciò avviene manifestando la propria volontà mediante la redazione di un atto specificatamente previsto … la banca dati nazionale su richiesta dell’interessato deve contenere copia delle DAT, compresa l’indicazione del fiduciario, salvo che il dichiarante non intenda indicare soltanto dove esse sono reperibili”. E ancora “le DAT non hanno alcun vincolo di contenuto: l’interessato potrà scegliere di limitarle solo a una particolare malattia, di estenderle a tutte le future malattie, di nominare il fiduciario o di non nominarlo … spetterà al Ministero della Salute mettere a disposizione un modulo-tipo”.