Bra Day 2018, un successo la prima edizione della Giornata mondiale per la consapevolezza sulla ricostruzione mammaria

Bra Day 2018 (Breast Reconstruction awareness) ovvero Giornata mondiale per la consapevolezza sulla ricostruzione mammaria, grazie all’equipe di Chirurgia senologica dell’Azienda Usl Irccs di Reggio Emilia, anche la nostra città ha ospitato l’appuntamento internazionale che coinvolge dal 2011 numerosi Paesi al mondo, Italia inclusa, e che ha rappresentato l’occasione per un momento di informazione e confronto tra medici, pazienti e cittadinanza.
Nel 2017 in provincia di Reggio Emilia il 70% delle donne sottoposte a mastectomia ha intrapreso un percorso di ricostruzione del seno. L’appuntamento che s’è svolto venerdì e ha visto la presenza del sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi e del direttore sanitario dell’Ausl Cristina Marchesi, ha avuto l’intento di diffondere ulteriormente una corretta e completa informazione su metodiche e procedure utilizzate nella ricostruzione del seno dopo un tumore.
Per molte donne l’evento è stato un momento per riflettere e per prendere coscienza di come si può continuare a riconoscersi come donna anche dopo una malattia. Oltre alle istituzioni pubbliche sono intervenuti il direttore della Chirurgia senologica dell’Ausl Guglielmo Ferrari, il chirurgo plastico Fabio Castagnetti e la dottoressa Monica Foroni che insieme agli altri chirurghi senologi dell’equipe hanno risposto alle tante domande del pubblico.
Oggi le tecniche sempre più all’avanguardia e il lavoro di squadra dell’equipe di Chirurgia senologica consentono il grande passo in avanti di potere proporre alle pazienti un percorso sempre più personalizzato. Tutto ciò è un valore aggiunto che tante pazienti presenti hanno apprezzato e testimoniato: la giornata è terminata con la sfilata di alcune di esse che con coraggio e gratitudine si sono messe in gioco oltre il percorso della malattia. Il defilé è stato reso possibile anche grazie alle associazioni di volontariato attive sul territorio, come Andos, Il Giorno dopo, Senonaltro e la Melagrana onlus.