Arezzo: Demenze e disturbi del comportamento, incontri aperti alla cittadinanza

Il calendario prende il via martedì 17 aprile. Le iniziative si terranno alla RSA Maestrini

“Quando un familiare incontra l’Alzheimer”. E’ il titolo del ciclo di incontri organizzato da Aima in collaborazione con la Rsa Maestrini e il Distretto di Arezzo della Asl Toscana sud est.
Gli incontri, ad ingresso gratuito, sono aperti a tutta la cittadinanza con l’obiettivo di affrontare alcuni temi legati alle demenze.
Ecco il calendario:
martedì 17 aprile, “Demenza e disturbi del comportamento”, con Cristina Donati (geriatra consulente della Maestrini);
martedì 8 maggio, “I servizi territoriali per la persona con demenza”, con Sabrina Palei (resp. RSA Maestrini) e Alessandro Perrone;
martedì 22 maggio, “Mia nonna è diversa dalle altre: come parlare al bambino/a della malattia del nonno o della nonna”, con le psicologhe psicoterapeute dell’AIMA, Erika Picchi ed Elisa Sandroni;
infine mercoledì 6 giugno “Le terapie psicosociali nella demenza”, con Silvana Repetti(resp. Logopedia Asl Toscana sud est e presidente AIMA Arezzo).
Tutti gli incontri prenderanno il via alle 18 e si svolgeranno all’interno della RSA Maestrini. Per informazioni, tel 334 2587391. Sono 5000 in provincia di Arezzo le persone affette da Alzheimer, circa 600 mila in Italia. Sono invece 3 milioni, a livello nazionale, le persone direttamente o indirettamente coinvolte nell’assistenza dei propri cari affetti dalla malattia (Piano Nazionale Demenze). L’80% è assistito direttamente dai familiari, in prevalenza figli e coniugi (37%) soprattutto di sesso femminile e con un’età media di 59 anni (Aima-Censis).
E’ una malattia che si stima in aumento con l’incremento della popolazione anziana: secondo l’Istat, da qui al 2031 gli over 64 raggiungeranno quota 17 milioni e 300 mila persone. Se fino a qualche anno fa la fascia di età colpita da questo tipo di patologia era di persone oltre i 60-70 anni, oggi si ammalano sempre di più anche i cinquantenni.