Grosseto, apre il 38° campo-scuola per bambini e ragazzi diabetici

Torna in Maremma il campo-scuola per i bambini e ragazzi diabetici, finanziato dalla Regione Toscana e organizzato dalla Pediatria dell’ospedale Misericordia di Grosseto, con il supporto dell’Associazione Giovani Diabetici (AGD). Il campo, iniziato domenica scorsa, proseguirà fino all’8 settembre ed è organizzato presso il camping Argentario Village di Monte Argentario. I partecipanti sono 30, provenienti da tutta la Toscana, 22 bambini e ragazzi, affiancati da 8 tutor e seguiti da uno staff sanitario di tre medici pediatri e tre infermiere che lavorano in Pediatria a Grosseto, più una psicologa.
“Ringrazio la Regione Toscana per il finanziamento – afferma la dottoressa Susanna Falorni, direttore della Pediatria di Grosseto – e l’Azienda Asl sudest per il supporto amministrativo che ci permette anche quest’anno di realizzare il campo, una realtà ormai consolidata per la Pediatria grossetana e un’esperienza oltre che terapeutica anche formativa e di svago per i giovani che partecipano”.
Durante il soggiorno gli incontri formativi, effettuati con metodo interattivo e con lezioni a piccoli gruppi, vengono intervallati con attività ludica e sportiva e incontri individuali e in gruppo con la psicologa.
I tutor presenti al campo sono adolescenti diabetici che durante l’anno vengono preparati dal personale medico e dalla psicologa per svolgere questo importane e delicato ruolo di supporto.
“Quello che vogliamo trasmettere in questi giorni – conclude Falorni – è più consapevolezza della propria condizione e maggiore sicurezza nell’autogestione, stimolando l’indipendenza nella gestione quotidiana favorendo il confronto sia con i coetanei che con il team diabetologico. La promozione dell’autogestione, del controllo e dello stile di vita corretto che viene insegnato al campo è il gold standard nella cura del diabete tipo 1, come riconosciuto ormai da tutte le istituzioni diabetologiche internazionali quali American Diabetes Association, International Diabetes Federation, International Society for Pediatric and Adolescent Diabetes”.
L’esperienza del campo, come avvenuto anche nelle precedenti edizioni, verrà consolidata nei mesi successivi con il week-end, dedicato agli adolescenti diabetici e con le iniziative dedicate ai bambini più piccoli e alle loro famiglie, in programma nella Giornata mondiale del diabete nel mese di novembre.