Mito di Babbo Natale forse non del tutto innocuo per bimbi

Delude e mina fiducia, ma resta bugia meravigliosa

La magia di Babbo Natale e tutte le bugie raccontate da mamma e papà per crearla e tenerla in piedi sono forse dannose per i piccini. Secondo quanto spiegato sulla rivista Lancet Psychiatry dallo psicologo Christopher Boyle e dalla psichiatra Kathy McKay della University of Exeter, lasciar credere ai baimb che Babbo esista può essere dannoso e anche inficiare la fiducia incondizionata che i piccoli ripongono nei propri genitori.
Si parte dalla letterina da spedire a un fantomatico indirizzo del Polo nord, per poi passare agli acquisti ‘clandestini’, a ‘occultare la merce’ da incartare rigorosamente di notte quando i bimbi dormono, fino a simulare il suono delle campanelle la notte di Natale: tanti piccoli trucchi per far credere ai piccini che il nonnino che porta i regali esista davvero, ma mamma e papà fanno davvero bene a dire questa bugia?
Secondo gli esperti sono tanti i motivi per cui le bugie del Natale sono discutibili: intanto presto o tardi ogni bambino saprà la cruda verità, e cioè che non esiste alcun Babbo Natale, e allora resterà quanto meno deluso. E potrebbe pensare di essere stato ”vittima” per anni dell’imbroglio ad opera dei genitori e perdere fiducia in loro. Poi, spesso, forse troppo spesso, Babbo Natale viene agitato dai genitori come spauracchio per farsi obbedire dai bimbi (frase tipica del repertorio genitoriale è infatti ”se non sei buono Babbo Natale non ti porterà nulla).
“E questo uso di Babbo Natale – spiega all’ANSA Boyle – non è probabilmente una buona idea”. Infine, spiegano gli esperti, Babbo Natale è spesso creato dai genitori più per un loro bisogno di tornare ai tempi spensierati della fanciullezza. Ciò nonostante, conclude Boyle, è forse impossibile (da genitori) dissociarsi dal mito di Babbo Natale comunque tenuto in vita dalla collettività; non partecipare al mito collettivo potrebbe essere molto difficile e per di più svantaggioso almeno a breve termine e apparire come una crudeltà non necessaria. Quindi, Babbo Natale resta ancora una meravigliosa bugia.