fbpx

TIROIDE, STUDIO DIMOSTRA CHE NODULI RESTANO STABILI NELL’ARCO DI 5 ANNI E POSSONO ANCHE RIDURRE VOLUME

PALERMO – Stop alle ripetute visite ed ecografie ai noduli tiroidei. E’ l’indicazione emersa da uno studio italiano – pubblicato sul Journal of the American Medical Association (Jama) – secondo cui i noduli rimangono stabili nell’arco di cinque anni e che, piuttosto, riducono spontaneamente il volume. Lo studio è stato ideato e coordinato da un team di medici del dipartimento di Medicina interna e specialistica dell’università Sapienza di Roma, con la partecipazione dell’Università di Catania e del gruppo degli ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello di Palermo coordinato dall’endocrinologo Marco Attard. La ricerca ha coinvolto, in cinque anni, mille pazienti con noduli tiroidei: solo nel 15% dei casi è emerso un aumento del volume, crescita che non dava segni di malignità. “Un dato – ha detto Attard – che deve rassicurare i pazienti. L’eventuale crescita nel tempo del nodulo non rappresenta un allarme”. Lo studio ha inoltre evidenziato che solo nello 0,3% dei casi un nodulo benigno si trasforma in maligno.

4 Marzo 2015