fbpx

Agonismo sportivo: vegani e vegetariani, ma con attenzione

Tra gli argomenti affrontati al Convegno di Agenomy CONI di Roma del 17 ottobre scorso, figura l’attività sportiva, anche a livello agonistico, per vegetariani e vegani. Gli studi effettuati su individui che seguono una dieta alimentare ben pianificata, hanno dimostrato che l’assunzione di proteine è uguale o leggermente inferiore a quella dei non vegetariani.
Alimenti come le uova o i latticini, sono ricche di proteine; così come quelli di origine vegetale – frutta secca, legumi, quinoa – che, in adeguate quantità riescono a coprire il fabbisogno giornaliero.
Una raccomandazione da parte degli esperti: evitare la disidratazione e aumentare, almeno del 10%, l’apporto calorico giornaliero.