fbpx

Aiutare chi non può correre, cercasi runner per la corsa di Miguel

A Roma il 29 gennaio, i disabili su una speciale carrozzella

Aiutare chi non può camminare a partecipare a una corsa speciale, favorendo il più possibile l’inclusione. Si cercano runner e in generale sostenitori per la corsa di Miguel, che si terrà a Roma il 29 gennaio, una delle corse più amate nella Capitale, dedicata a Miguel Benancio Sanchez, podista e poeta argentino vittima del regime militare nel 1978, appassionato di maratone. Servono per supportare persone disabili, con difficoltà a camminare, che così potranno partecipare all’evento e che devono essere ‘accompagnate’ con delle Joëlettes, carrozzelle da fuori strada a ruota unica che permettono a ogni persona a mobilità ridotta o in situazione di handicap di fare gite o corse, grazie all’aiuto di almeno due accompagnatori.
A lanciare la richiesta Sod Italia Onlus, associazione italiana displasia setto ottica e ipoplasia del nervo ottico. “È il terzo anno che portiamo alla corsa una bimba con una grave forma di disabilità, la prima volta pensavamo avesse paura.
Invece sorride e sembra divertirsi molto- spiega Laura Vitali, dell’associazione Sod Italia- il nostro desiderio è raccogliere fondi per poter comprare delle Joëlettes, che per il momento ci vengono fornite da un’altra onlus, ‘Il cammino possibile’. In generale, quindi, anche chi non vuole correre può sostenerci con delle donazioni o recandosi al nostro stand”. Chi vuole iscriversi come runner può trovare il riferimenti a cui rivolgersi sul sito dell’associazione (www.soditalia.it), oppure sulla pagina Facebook.