fbpx

All’aperto i bimbi salvano gli occhi dalla miopia

E’ la luce esterna che salva gli occhi dei bambini dalla miopia: la ricetta per evitare gli occhiali, quindi, è lasciare che i piccoli trascorrano all’aperto almeno due ore al giorno.

E’ la conclusione di una ricerca condotta da Scott Read della Queensland University of Technology e presentata alla Australian Vision Convention presso Queensland.

Di recente uno studio ha stimato che entro il 2050 ci saranno nel mondo 4,8 miliardi di persone con miopia, praticamente la metà (il 49,8%) della popolazione mondiale, e 938 milioni con la forma grave. La quota di miopi sarà molto alta soprattutto in Asia, dove si supererà il 60%, ma anche in Europa occidentale i miopi saranno la maggioranza, il 56,2%. Il gruppo di Read ha seguito sia la crescita dell’occhio di un campione di bambini (se l’occhio cresce rapidamente il rischio miopia è elevato) sia il grado di esposizione dei piccoli alla luce esterna (durante la stagione fredda e durante quella calda) facendo loro indossare uno wristwatch, un dispositivo che si tiene al polso come un orologio e registra molte informazioni.

E’ emerso che i bambini risultati meno esposti alla luce esterna presentano una crescita dell’occhio più rapida e quindi sono a maggior rischio di miopia e di progressione della malattia.

In base a questo studio, quindi, la miopia non è – come si è teso sempre a dire – tanto figlia dell’uso invalso di pc, tablet, e TV che implica guardare da vicino, quanto della carenza di esposizione alla luce esterna, infatti queste attività sono svolte prettamente al chiuso.