Ogni anno la diarrea uccide mezzo milione di bambini

Ma in 10 anni la mortalità sotto i 5 anni è calata di un terzo

Nel mondo moltissimi bambini continuano a morire a causa della diarrea: nel 2015 mezzo milione di piccoli sotto i 5 anni sono stati uccisi da malattie collegate alla diarrea, nonostante tra il 2005 e 2015 il numero di queste morti nell’infanzia sia calato di oltre un terzo (34%) e del 20,8% complessivamente, grazie agli sforzi fatti a livello mondiale per migliorare la qualità dell’acqua e dei servizi igienici. Lo rileva uno studio pubblicato sulla rivista Lancet Infectious Diseases.
Secondo i dati presentati nella ricerca dall’Istituto di statistica sanitaria dell’università di Washington, nel 2015 499mila bambini sotto i 5 anni, e 1,3 milioni di persone di tutte le età, sono morti a causa della diarrea, che è tra le prime 4 cause di mortalità infantile, ed è responsabile dell’8,6% di tutte le morti sotto i 5 anni. “Le malattie da diarrea colpiscono in modo sproporzionato i bambini piccoli – commenta Ali Mokdad, autore dello studio – Nonostante l’importante riduzione della mortalità, l’impatto devastante di queste patologie non può essere sottovalutato. Servono interventi urgenti nei paesi poveri, per migliorare l’accesso ai servizi sanitari e l’uso di soluzioni orali reidratanti”. I paesi con i tassi di mortalità più alti per diarrea sono Ciad e Niger, con 594 e 485 morti rispettivamente ogni 100mila bambini.
Rispetto alla popolazione, il numero maggiore si ha in India e Nigeria, che insieme raccolgono il 42% delle morti da diarrea infantile. Il calo più importante si è avuto invece nell’Africa sub-sahariana, dove le morti sono scese da 445 a 277 ogni 100mila bambini nell’arco di 10 anni. La principale causa di morte tra i bambini colpiti da diarrea è il rotavirus, che nel 2015 ne ha uccisi 146mila, il 44% in meno rispetto al 2005, probabilmente grazie all’intruzione del vaccino in 91 paesi.