fbpx

ARRIVA IL ROBOT DA VINCI IN SALA OPERATORIA

Il suo nome è Da Vinci, come l’inventore per eccellenza, ha quattro braccia ed è in grado di muoversi con precisione millimetrica. Stiamo parlando del robot Da Vinci, presentato il 27 maggio alla Clinica Santa Caterina da Siena di Torino.

Un ausilio importante, che permetterà l’uso di tecniche chirurgiche microinvasive che porteranno indubbi vantaggi per le strutture sanitarie e i pazienti.

Del robot Da Vinci ne avevamo parlato già in questo articolo, ora la sua introduzione, insieme ad altri ausili tecnologici, nella realtà sanitaria italiana amplierà le capacità cliniche dei chirurghi, diminuendo i tempi operatori, la perdita di sangue e il relativo fabbisogno transfusionale

Vantaggi ci saranno, anche per i pazienti. Con la nuova tecnica robotica e la minore invasività degli interventi, la durata della permanenza in ospedale dei pazienti sarà dimezzata rispetto agli interventi con approcci chirurgici differenti.