fbpx

Artemisia celebra il Congresso della “ripartenza”. Intervista al dott. Scifo

Il Congresso “Artemisia” dell’Accademia del Sapere Medico ha evidenziato contenuti qualificati e grande partecipazione di pubblico che hanno caratterizzato lo svolgimento a Catania della quarta edizione del congresso. L’evento che ha portato la firma del dott. Marcello Scifo, in qualità di responsabile scientifico, è stato organizzato da AV Eventi e Formazione.
Il congresso Artemisia ha approfondito il ruolo della Medicina generale territoriale in funzione della pandemia in atto e ha offerto momenti di confronto scientifici anche su altri temi grazie alle sessioni Cardiometabolica, Uro-Ginecologica e Nutraceutica. Focus anche su temi riconducibili alla specialistica della Pneumologia.
Il rapporto intimistico che il Medico di Famiglia intrattiene con i suoi pazienti di entrambi i sessi fa si che il trattamento delle patologie uro-ginecologiche sia un punto cardine fondamentale della sua attività professionale. Per completare l’excursus di questo 4° Congresso Artemisia è stata discussa l’importanza delle varie terapie per le dislipidemie con utilizzo dell’ezetimibe da solo o in associazione con le statine, nonchè le possibili alternative nutraceutiche nei pazienti intolleranti. Questo evento ha rappresentato quindi, una preziosa occasione per ampliare e aggiornare il bagaglio professionale del medico di famiglia, che costituisce a tutti gli effetti un ”polispecialista”, punto di riferimento per il paziente.
Il congresso Artemisia inoltre ha messo nella condizione di avere un quadro complessivo degli schemi terapeutici utilizzati per paziente con infezione da Coronavirus fino alle patologie cardio-metaboliche e respiratorie più diffuse tra la popolazione. Ancora una volta la puntuale e precisa integrazione con le figure specialistiche di riferimento permette di ottenere il ”Gold Standard” nella gestione del paziente.
In apertura di lavori sono intervenuti, tra gli altri, il presidente dell’Ordine dei Medici di Catania, prof. La Mantia e l’assessore regionale alla salute Ruggero Razza. Il corso ha dato un quadro completo degli schemi terapeutici utilizzati per paziente con infezione da Coronavirus, fino alle patologie cardio-metaboliche e respiratorie più diffuse tra la popolazione. Ancora una volta la puntuale e precisa integrazione con le figure specialistiche di riferimento permette di ottenere il ‘’Gold Standard’’ nella gestione del paziente. Il rapporto intimistico che il Medico di Famiglia intrattiene con i suoi pazienti di entrambi i sessi consente il trattamento delle patologie uro-ginecologiche sia un punto cardine fondamentale della sua attività professionale.
Vedi tutte le interviste nello speciale video Artemisia