fbpx

All’ASL di Nuoro un team di psicologi dell’emergenza

Il loro compito è intervenire in caso di vari disastri ed emergenze (ultimi in ordine di tempo: l’incidente ferroviario in Puglia, gli attentati terroristici di Parigi, Bruxelles, Dacca, Nizza, senza sottovalutare il fenomeno dei continui flussi migratori), quasi come un Pronto Soccorso psicologico, per evitare che le reazioni di stress vissute dalle persone coinvolte ed esposte possano portare a disturbi post-traumatici, che potrebbero durare a lungo con sintomatologie altamente disturbanti. Stiamo parlando degli psicologi dell’emergenza. Presso l’Azienda Sanitaria di Nuoro, dal 2013, a seguito dell’alluvione “Cleopatra”, è operativo un team di psicologi formato nell’ambito dell’emergenza, costituitosi all’interno del Dipartimento di Salute Mentale (che ne ha accolto la disponibilità), che interviene in modo mirato in differenti contesti emergenziali. Da allora lo stesso team, oltre ad espletare le quotidiane attività nei servizi di appartenenza, ha dato risposta a circa 60 richieste legate a diverse tipologie di utenza e specificità (incidenti stradali, traumi da diagnosi infauste,omicidi, suicidi , perdita del lavoro etc..); non ultimi gli allerta creatisi a causa dell’esposizione mediatica sugli orrori di matrice terroristica, a cui vengono esposti quotidianamente i bambini e i relativi nuclei familiari. L’emergenza, infatti, non è necessariamente riferita solo alle grandi catastrofi, ma anche al vissuto personale quotidiano di fronte ad un evento imprevisto, che altera o compromette l’equilibrio psico – emotivo della persona coinvolta e che potrebbe trasformarsi in un disturbo post traumatico vero e proprio. Il ricordo di fatti particolarmente tragici, infatti, può essere elaborato naturalmente con il passare delle settimane, ma in alcuni casi può perdurare, fino a sviluppare un Disturbo post-traumatico vero e proprio. La sintomatologia più comune può consistere in insonnia, tensione, difficoltà a pensare al futuro in modo positivo, senso continuo di minaccia, crisi di ansia o attacchi di panico. L’esperienza traumatica va elaborata con il supporto di specialisti che possono fare degli interventi psicologici con metodologie che permettono l’elaborazione di un trauma in modo mirato. Uno degli obiettivi della psicologia dell’emergenza è proprio quello di supportare in modo efficace le persone che hanno vissuto delle esperienze traumatiche, sia individuali che collettive. Il supporto psicologico deve essere orientato a stabilizzare nella fase acuta, attenuare le risposte allo stress, mobilitare le naturali risorse delle persone coinvolte, normalizzare e facilitare il recupero della loro funzionalità e fornire un’occasione di valutazione dello stato emotivo delle persone e di eventuali ulteriori bisogni. Il team attivo all’ASL di Nuoro si avvale della metodologia EMDR (Eye Movement Desensitization And Reprocessing), che prevede specifici protocolli clinici di intervento nel campo della psicotraumatologia, la cui efficacia è stata validata dalle “Linee Guida OMS” del 2013, soprattutto per la sua capacità di normalizzare in tempi brevi l’assetto psicologico ed emotivo, e – quindi – prevenire la strutturazione del PTSD (Disturbo Post Traumatico da Stress). Il team valuta le richieste in ingresso e la tipologia di intervento da effettuare. È composto da:
Dott. Franco Salvatore Delrio – Coordinatore – Responsabile del Centro Diurno Delocalizzato del DSM-D (Dipartimento della Salute Mentale-Dipendenze) tel. 0784 240197
Dott.ssa Costanza Fois Psicologa del Centro di Salute Mentale di Nuoro tel. 0784 240864
Dott.ssa Simona Toxiri Psicologa del Servizio di Neuropsichiatria Infantile e dell’Adolescenza tel. 0784 240385.