Il ‘braccio destro’ del Dna: rivoluzionaria tecnica

Modifica temporaneamente l’attivita’ delle cellule

La tecnica del taglia-incolla genetico e’ pronta per essere applicata alla molecola ‘braccio destro’ del Dna, l’Rna. La nuova ‘versione’ della Crispr, sviluppata sotto la guida di Feng Zhang, dell’Istituto di Tecnologia del Massachusetts (Mit), e descritta sulla rivista Science, permette di modificare le cellule in modo temporaneo, ad esempio per produrre proteine su misura.

Utilizzata per la prima volta nel 2012 per manipolare il Dna con una precisione senza precedenti, permettendo di editare il codice genetico modificando le singole ‘lettere’, la tecnica Crispr ha rivoluzionato l’ingegneria genetica, tanto da essere stata definita scoperta del 2015 dalla rivista Science.
Sfruttando un meccanismo di difesa sviluppato dai batteri per difendersi dall’attacco dei virus, i ricercatori hanno elaborato una nuova versione della tecnica Crispr, chiamata C2c2, capace di manipolare l’Rna, ossia la molecola sulla quale vengono trascritte le istruzioni per la produzione delle proteine, immagazzinate nel Dna.

A differenza della Crispr ‘tradizionale’, la versione della tecnica applicata all’Rna, non va a modificare il codice genetico, ma solo la catena di istruzioni che si trova piu’ a ‘valle’. “La C2c2 apre le porte a un’intera nuova frontiera di applicazione alla tecnica Crispr”, ha osservato Zhang. Grazie alla nuova tecnica, hanno spiegato i ricercatori, saranno molte le possibili applicazioni, ad esempio rendere le molecole di Rna ‘fluorescenti’ per poter seguire in dettaglio tutte le attivita’ delle cellule oppure per modificare temporaneamente la produzione delle proteine.