fbpx

CANCRO AL SENO. NANOFARMACO EFFICACE CONTRO LE FORME PIU’ DIFFICILI DA TRATTARE

Al 51° congresso della Società Americana di oncologia (Asco), che si sta tenendo in questi giorni negli Stati Uniti, è stato presentato un nuovo farmaco per la cura del cancro al seno.

Si tratta del nanofarmaco Nab-Paclitaxel, e, durante la sperimentazione, si è dimostrato particolarmente efficace contro una forma di tumore del seno particolarmente aggressiva, ovvero quella metastatica triplo negativa.

Lo studio, intitolato Tn Acity, è stato condotto dal dott. Pierfranco Conte, direttore dell’oncologia medica dell’Istituto Oncologico veneto di Padova e potrebbe aprire scenari interessanti per lo sviluppo di nuovi nanofarmaci.

“E’ possibile aumentare la concentrazione del farmaco antitumorale per colpire selettivamente le cellule malate. Grazie alla nanotecnologia, particelle di dimensioni nanometriche trasportano il farmaco chemioterapico in dosi maggiori rispetto alla formulazione tradizionale, aumentandone l’efficacia con meno effetti collaterali”, ha dichiarato Conte, “a oggi è disponibile solo la chemioterapia; quindi è essenziale trovare il migliore regime chemioterapico per queste pazienti, ed il nuovo nanofarmaco coniuga un principio attivo antitumorale efficace con la tecnologia d’avanguardia basata appunto sulle nanoparticelle”.