fbpx

CEROTTO A RILASCIO DI INSULINA. UNA NUOVA SPERANZA PER I DIABETICI

I primi test, svolti su cavie animali hanno dato esito positivo, per i diabetici potrebbe esserci un’arma in più per controllare la loro malattia.

Stiamo parlando del cerotto transdermico a rilascio di insulina ideato e testato dal dott. Zhen Gu e da un’equipe di ricercatori delle università di North Carolina e North Carolina State.

La caratteristica che rende unico questo cerotto è la sua capacità di adattarsi alla glicemia del paziente. I ricercatori hanno realizzato delle minuscole vescicole sintetiche con due sostanze, acido ialuronico e nitroimidazolo, normalmente usate in medicina, che sono state poi riempite con insulina e un enzima sensibile al glucosio. All’aumento della glicemia, le vescicole reagiscono all’ipossia dovuta all’ossidazione enzimatica del glucosio e si dissociano liberando l’insulina e l’enzima glucosio ossidasi, sostanze in grado di ridurre la glicemia.

Si tratta del primo cerotto per diabetici glucosio responsivo che sfrutta uno degli effetti collaterali dell’iperglicemia per entrare in azione.

“Abbiamo progettato un cerotto per diabetici che lavora velocemente, è facile da usare ed è fatto di materiali non tossici e biocompatibili – spiega Zhen Gu -. L’intero sistema può essere personalizzato in base al peso e alla sensibilità all’insulina, diventando ancora più smart”. Il dispositivo è ispirato alle cellule beta delle Isole di Langherans, quelle che nel pancreas sono effettivamente deputate al rilascio dell’insulina, che è contenuta in dei piccoli sacchetti.

Testati su una popolazione di topi con diabete di tipo 1, i cerotti si sono mostrati più efficaci delle semplici iniezioni nel tenere sotto controllo i valori nel sangue.