Rivista del mese

Combatti le malattie stagionali con la vitamina C

COMUNICAZIONE SPONSORIZZATA

Che si preferisca l’inverno o l’estate non ha importanza, a nessuno piacciono gli acciacchi e le malattie stagionali.

Le temperature che calano portano inevitabilmente ad alcuni disturbi, dovuti a un abbassamento delle difese immunitarie e una maggiore aggressività di virus e batteri.
Inoltre temperature più basse significano il più delle volte anche una minore aerazione dei locali e una più alta concentrazione di persone in una stessa stanza, e questo comporta che per i virus è molto più semplice viaggiare da un ospite a un altro.

Esistono diversi metodi che permettono la cura, ma anche la prevenzione, tra cui la possibilità di acquistare integratori per il sostegno alle difese immunitarie su alcuni siti come https://www.dulacfarmaceutici.com/it/integratori-difese-immunitarie. Ma vediamo nello specifico quali sono i malanni di stagione più frequenti e in che modo è possibile difendersi.

Malanni di stagione: quali sono i più frequenti

La maggior parte dei malanni di stagione sono quelli che prendono in considerazione le vie respiratorie e che possono più facilmente diffondersi proprio per via aerea.

Questo spiega perché sono malanni tipici di questo periodo, quando più difficilmente si procede con un aerazione dei locali e le persone preferiscono concentrarsi tutte in uno stesso posto, nel loro tempo libero.
I più frequenti, quindi, sono:

Raffreddore, spesso causato da Rhinovirus.
Mal di gola, solitamente causato dallo stesso virus del raffreddore o dallo Streptococcus, un batterio.
Laringite, che colpisce principalmente i bambini.
Bronchite, con tosse, sibili e difficoltà respiratorie.
Influenza, caratterizzata da tosse, febbre, dolori muscolari, mal di gola, naso chiuso e cefalee.

Come proteggersi da questi malanni

La maggior parte delle persone non si preoccupa di proteggersi troppo da questo tipo di malanni, se non coprendosi maggiormente e cercando di restare al caldo.

Il più delle volte, infatti, il loro trattamento consiste nell’assumere farmaci necessari all’attenuazione dei sintomi, una volta che questi compaiono, e nei casi più gravi l’uso di antibiotici.

Ma il trattamento di alcuni malanni dovrebbe passare dalla prevenzione, evitando posti affollati, preoccupandosi della propria igiene (e quindi lavandosi spesso le mani), portando mascherine quando necessario e arieggiando spesso i locali.

Uno dei metodi più efficaci di prevenzione, inoltre, risulta essere l’assunzione di vitamina C tramite alimentazione o, ancora più efficace, integratori.

L’uso di integratori risulta più efficace in quanto permette l’assunzione della giusta quantità di vitamina C, senza rischio di andare in calo, e spesso in associazione ad altre sostanze benefiche che ne facilitano l’assorbimento.

Perché la vitamina C funziona?

La vitamina C è una sostanza che si trova in abbondanza in alcuni alimenti come ad esempio kiwi, carote, agrumi, uva, cavolfiori, verdura a foglia, pomodori, patate e molti altri.

Il vero nome della vitamina C è acido ascorbico ed è stato visto essere un potente antiossidante, in grado perciò di combattere i radicali liberi, sostanze che facilitano il deterioramento cellulare.

Questo comporta che la vitamina C risulta essere estremamente efficace contro l’invecchiamento ma è anche un forte alleato del nostro sistema immunitario, innalzando le sue difese.

Ciò che nello specifico è in grado di fare è:

• Contrastare i danni dei radicali liberi.
• Aiuta a far assorbire il ferro dal corpo.
• Aiuta la produzione di collagene.
• Aiuta il metabolismo di proteine.
• Sostiene il processo di guarigione dalle ferite e riparazione dei tessuti.
• Mantiene in salute ossa, cartilagini e denti.
• Aumenta le difese immunitarie.

In conclusione

Anche chi ama questa stagione sicuramente non apprezza i malanni di stagione, che puntualmente si ripresentano tutti gli anni.

L’arma migliore contro questi è e sarà sempre la prevenzione, applicando alcuni accorgimenti nel quotidiano o assumendo integratori utili al sostegno delle difese immunitarie, come la vitamina C.