Concorso per 2 medici psichiatri presso l’ASL di Brindisi

Scadenza: 17 Luglio 2017

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di due posti di dirigente medico della disciplina di Psichiatria di cui un posto con la procedura selettiva riservata prevista dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 6 marzo 2015. (GU n.45 del 16-06-2017)


REQUISITI: 
A. laurea in medicina e chirurgia;
B. specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o in disciplina equipollente o in disciplina affine.

Il personale in servizio di ruolo presso altre Aziende Sanitarie o Ospedaliere alla data dell’01.02.1998 è esentato dal requisito della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo già ricoperto alla predetta data; C. iscrizione all’albo dell’ordine dei medici chirurghi; D. per la procedura selettiva riservata ex D.P.C.M. 06/03/15 il relativo requisito di cui all’art. 2 e precisamente di aver maturato, alla data del 30/10/2013, negli ultimi cinque anni, almeno tre anni di servizio, anche non continuativo, con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato di Dirigente Medico della Disciplina di Psichiatria, anche presso Enti del Servizio Sanitario della Regione Puglia diversi da questa Azienda che indice la procedura;

DOVE VA SPEDITA LA DOMANDA:
Azienda Sanitaria Locale BR — Via Napoli, 8 — 72100 Brindisi protocollo.asl.brindisi@pec.rupar.puglia.it
CONTATTA L’ENTE: 

Sezione Concorsi e Avvisi Portale Salute Regione Puglia ASL Brindisi, oppure potranno rivolgersi all’Area gestione del personale, sita in Brindisi, alla Via Napoli n. 8 – Tel. 0831/536718 – 536725 – 536173 dalle ore 10,00 alle ore 12,00 dei giorni di lunedi’, mercoledi’ e venerdi’.

PROVE D’ESAME:

Prova scritta: relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a concorso, o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa. Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 21/30.
Prova pratica: su tecniche e manualità peculiari della disciplina. La prova pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto. Il superamento della prova pratica è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 21/30.
Prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire.

FONTE:
gazzetta n.45 del 16/06/2017