fbpx

Coppie, vivendo insieme si condividono anche gli stessi batteri

In particolar modo vale per i piedi

Vivere insieme per le coppie vuol dire condividere più del letto o del bagno che magari al mattino ci si contende. Si finisce infatti per avere in comune col partner anche gli stessi batteri. È quanto emerge da una ricerca della University of Waterloo, in Canada, pubblicata su mSystems, una rivista open-access dell’American Society for Microbiology. Dopo aver analizzato i microbiomi cutanei di alcune coppie conviventi, gli studiosi hanno scoperto infatti che vivendo insieme si influisce in modo significativo sulle comunità microbiche della pelle del partner. Le somiglianze tra i microbiomi erano così forti che un algoritmo informatico poteva identificare chi fossero i due componenti con un’accuratezza dell’86%. Per la ricerca sono stati analizzati 330 tamponi di pelle raccolti da 17 aree diverse sui partecipanti, tutti eterosessuali. L’area della pelle con i microbiomi più simili tra i partner, quella insomma in cui le somiglianze erano più forti, erano i piedi.