fbpx

Creati superspaghetti ricchi di fibre e antiossidanti

Grazie a metodo di sfarinatura, potenziale toccasana per il cuore
Per gli amanti della pasta potrebbero arrivare a tavola degli spaghetti ”super”, ricchi in fibre, proteine e antiossidanti e potenzialmente utili a ridurre il rischio cardiovascolare. I ”super-spaghetti” sono il frutto di una ricerca che va avanti da alcuni anni e coinvolge l’Università di Bologna, l’Università del Molise e l’ateneo di Granada. I ricercatori hanno di recente pubblicato gli ultimi risultati della loro ricerca sulla rivista Food Research International, dimostrando la possibilità di produrre i super-spaghetti in modo rispettoso dell’ambiente senza sprecare nulla del chicco di cereale. Il segreto è l’utilizzo di un metodo di separazione dei componenti del chicco stesso mediante l’aria (air-classifing). La procedura separa il cereale in due parti, una più grossa e ricca di fibre e antiossidanti, una più fine e più proteica. Lavorando poi con questi ”ingredienti” si ottiene la super-pasta che per il suo elevato contenuto in fibre e antiossidanti – si legge in una nota dell’ateneo spagnolo – potrebbe avere un ruolo nel ridurre il rischio cardiovascolare.