fbpx

DISTURBI PSCHIATRICI. SOLO UNO SU TRE SEGUE LE CURE

Il Rapporto dell’Osservatorio Nazionale impiego Medicinali per il 2014 è chiaro al riguardo, solo un paziente su tre, affetto da disturbi psichiatrici si cura adeguatamente.

“Tra le persone che hanno disturbi mentali abbiamo ancora un’aderenza solo del 33% alle terapie farmacologiche. In pratica solo un paziente su tre si cura. Non solo: di quelli che si curano, solo uno su tre prende adeguatamente farmaci”. Ha affermato il direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) Luca Pani nel corso della presentazione del Rapporto. Pani ha definito i dati “preoccupanti”, arrivando a teorizzare che molti dei recenti episodi di violenza psicotica sia causati da pazienti affetti da disturbi psichiatrici che rifiutano le cure.

Secondo il Rapporto si registra una diminuzione della percentuale dei pazienti che assumono occasionalmente antidepressivi (-1,6%). Ciò però non significa che chi ne ha bisogno li assuma correttamente. Dall’esame dei dati, migliora in Italia la farmacovigilanza e aumentano le segnalazioni di reazioni avverse ai farmaci del 25% nel corso 2014: sono state 51.204, pari a 842 per milione di abitanti. “Le segnalazioni non sono mai troppe – commenta Pani – e anche se non sono tutte confermate, va bene”.

Rispetto al 2013 gli aumenti più consistenti di farmacovigilanza sono stati registrati nella Provincia autonoma di Trento (+386%), in Molise (+210%) e Sicilia (+168%). Le Regioni con il più alto numero assoluto di segnalazioni sono state la Lombardia, il Veneto e la Toscana, che complessivamente rappresentano più del 50% di tutte le segnalazioni dell’anno 2014.