EBOLA. PARLA STEFANO MARONGIU L’INFERMIERE GUARITO ALLO SPALLANZANI

E’  guarito da uno dei più micidiali patogeni esistenti, il virus Ebola, ed è pronto a ricominciare. Parliamo di Stefano Marongiu, l’infermiere sardo di Emergency dichiarato guarito in questi giorni e dimesso dall’Istituto Spallanzani di Roma, dove è stato ricoverato 28 giorni.

I protocolli terapeutici hanno dunque funzionato, anche se per Marongiu, come ha spiegato il direttore scientifico dell’Istituto Giuseppe Ippolito, sono stati impiegati farmaci e procedure diversi rispetto al ‘paziente zero, Fabrizio Pulvirenti’: ”Ai due pazienti italiani sono stati applicati protocolli clinici in parte differenti, questo poiché – ha chiarito – ogni caso è diverso e anche per l’influenza dell’età. I farmaci, ad ogni modo, sono stati realmente miracolosi”. Soddisfatto anche il neo commissario dello Spallanzani, Marta Branca: ”L’Istituto ha affrontato bene l’emergenza, in attesa che sia disponibile la nuova struttura ad alto isolamento realizzata da ministero e Protezione civile. Esorto le istituzioni a sostenerlo”.

il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che in un messaggio ha sottolineato come questa sia ”un’altra dimostrazione di eccellenza nella cura di questa malattia” e come ci sia stata ”un’eccezionale collaborazione internazionale grazie alla quale abbiamo avuto accesso immediato ai farmaci per il trattamento”

Ora nel futuro dell’infermiere c’è il ritorno a casa, in Sardegna per un periodo di riposo e convalescenza e poi, probabilmente il ritorno in Africa con Emergency