fbpx

Estratto aglio rallenta aterosclerosi

E previene l’infarto, secondo studio su Journal of Nutrition
Poco amato per il suo sapore ma considerato toccasana per la salute già dalle nonne per le sue molte proprietà antifiammatorie e antibatteriche, l’aglio è efficace anche per rallentare la progressione dell’aterosclerosi, cioè l’accumulo di grassi sulla superficie delle pareti arteriose che rendono difficile la circolazione del sangue. Secondo un nuovo studio pubblicato sul ‘Journal of Nutrition’, l’assunzione sottoforma di estratto secco, infatti, può invertire l’accumulo di queste placca nelle arterie, aiutando così a prevenire infarti ed ictus. Lo studio, condotto presso il Los Angeles Biomedical Research Institute (LA BioMed), negli Stati Uniti, ha coinvolto 55 pazienti di età compresa tra 40 e 75 anni con sindrome metabolica, cioè caratterizzata da obesità, ipertensione e altri fattori di rischio cardiaco. Uno screening di follow-up condotto un anno dopo quello iniziale ha trovato coloro che avevano preso l’estratto avevano rallentato l’accumulo totale di placca nelle arterie dell’80%.