fbpx

FERTILITA’ MASCHILE, PRESENTATA A BRESCIA LA BANCA DEL SEME

BRESCIA – Presentata oggi, 20 Maggio, all’Istituto clinico Città di Brescia la Banca del seme per la tutela della fertilità maschile, la prima per la crioconservazione omologa dei gameti dell’uomo presente in provincia.

Già operativa da qualche giorno, la struttura è stata illustrata da Paolo Rotelli, vice presidente del Gruppo ospedaliero San Donato al quale la struttura bresciana fa capo, con Marco Centenari, amministratore delegato degli ospedali di Brescia del Gruppo; Carlo Gastaldi, primario di Ostetricia e Ginecologia, e Danilo Zani,  primario di Urologia. “La crioconservazione omologa del seme o del tessuto testicolare – ha spiegato Gastaldi – permette di conservare i propri gameti per un tempo indefinito, dando l’opportunità di preservare la fertilità in previsione di trattamenti medici o chirurgici che potrebbero alterarla. Ciò – ha proseguito – offre alla coppia la possibilità di accedere successivamente a tecniche di Pma”. L’Istituto clinico Città di Brescia ha sempre operato nella terapia dell’infertilità di coppia. Grazie al programma di Procreazione medicalmente assistita partito nel 1999, sono stati eseguiti oltre 6.000 interventi di Pma di II e III livello. Più di 1.600 i bambini nati.

A completamento del programma, il nuovo servizio va ad aggiungersi alla Banca per la crioconservazione degli ovuli e degli embrioni ottenuti nell’ambito del programma di Pma dell’Istituto.