fbpx

Gelli (Pd): “Garantire a diabetici accesso stesse cure in Europa

In Italia per medici famiglia limiti su prescrizioni

“Il Governo intervenga per garantire l’accesso alle cure per i malati diabetici italiani come avviene nel resto dei Paesi europei”. Lo chiede con un’interrogazione al Ministro della Salute Federico Gelli, deputato e membro della Commissione Affari Sociali, sulla necessità di prescrivere la classe di farmaci DPP-4I da parte della medicina generale come avviene in tutti gli altri Paesi europei per il trattamento del diabete di tipo 2. “Su 3 milioni di cittadini italiani malati di diabete di tipo 2 – dice Gelli – soltanto uno su tre riesce ad avere un adeguato piano sanitario di controllo. Ad oggi le sulfaniluree, farmaci utilizzati per il trattamento del diabete, rappresentano ancora la principale opzione terapeutica che i medici possono prescrivere dopo la metformina, essendo loro preclusa la prescrizione di terapie innovative come i DPP-4I, sul mercato da otto anni”. “Una situazione ormai inaccettabile – afferma il deputato democratico – specialmente dopo la pubblicazione di studi scientifici che hanno comprovato gli effetti negativi della terapia con sulfaniluree su morbilità e mortalità cardiovascolare.” “L’Italia – conclude Gelli – è l’unico Paese europeo in cui non è possibile la prescrizione di questa classe di farmaci, pertanto si chiede che il Ministero e Aifa intervengano immediatamente e venga superata la penalizzazione a cui sono sottoposti i malati diabetici italiani”.