fbpx

In Germania si insegna ai bimbi ad usare responsabilmente il fuoco

Per esperto capaci già a 4-5 anni, ‘divieti non funzionano’

La regola di ‘non giocare col fuoco’ per i bambini può portare all’effetto opposto, ed è meglio insegnare loro a ‘bruciare responsabilmente’. Ne è convinto Kain Karawhan, un artista tedesco scovato dal New York Times che ha già insegnato il suo metodo a oltre 2mila educatori in Germania.
L’esperto insegna ai bambini già a 4-5 anni come tenere in mano un fiammifero o un accendino e come usarli per accendere candele e piccoli falò, sempre sotto la supervisione di un adulto, in modo tale da soddisfare le curiosità sul fuoco senza sentire il bisogno di farlo in segreto. Recentemente ha iniziato a usare questi bimbi come ‘esperti’, chiedendo loro di trasmettere le conoscenze a loro volta a compagni più piccoli, di 3 anni. “Questo lavoro cerca di prevenire le tragedie causate dai bambini che giocano in segreto con il fuoco – spiega l’ideatore -. I bambini che bruciano qualcosa non lo dicono ai genitori per paura di punizioni, e ancora peggio qualche volta si nascondono subito dopo averlo fatto, finendo per morire a causa del fumo. Sono ormai dieci anni che insegno queste cose, e non c’è stato ancora nessun bambino che ha dato fuoco a qualcosa”.
Solo negli Usa, dove le linee guida dei Vigili del Fuoco affermano che i bambini non devono giocare con il fuoco, ogni anno ci sono 49mila incendi causati da bimbi sotto i 6 anni. La tradizione ‘proibizionista’, spiega al quotidiano Daniel Fessler, antropologo dell’università della California, riguarda solo i paesi più industrializzati, mentre dove il fuoco è ancora un elemento centrale della vita di tutti i giorni si impara a usarlo molto prima. “In almeno 19 società, dagli Yanomami in Venezuela ai Kipsigis in Kenya, i bambini imparano molto presto cos’è il fuoco, e sono in grado di maneggiarlo tra 5 e 8 anni”.
In Italia, secondo uno studio sul sito dei Vigili del Fuoco, circa il 60% degli incendi si verifica in casa, anche se non ci sono indicazioni su quanti siano provocati da bambini.
L’opuscolo sulla sicurezza prodotto dal ministero della Salute contiene l’indicazione “Accendini e fiammiferi devono essere posti in cassetti chiusi a chiave o zone custodite”. In Germania invece molti dipartimenti dei Vigili del Fuoco hanno un atteggiamento più indulgente, anche per il lavoro di Günter e Gryta Julga, una coppia di Amburgo in cui lui era Vigile del Fuoco e lei insegnante che negli anni ’80 hanno sviluppato un programma educativo che rimuoveva le proibizioni sul fuoco.