fbpx

I batteri intestinali influiscono la crescita dei bimbi

Trapianto di microbi ‘buoni’ inverte effetti della malnutrizione

Alcuni tipi di batteri buoni presenti nella flora intestinale favoriscono la crescita dei bimbi e possono aiutare a combattere problemi dovuti alla malnutrizione. A dimostrarlo uno studio condotto dalla Washington University School of Medicine in St. Louis e pubblicato sulla rivista ‘Science’. La giusta combinazione di microbi, ha dimostrato il team di ricercatori internazionali, può ribaltare l’equilibrio tra arresto della crescita e crescita sana, costituendo un indizio di possibili interventi di cura contro la malnutrizione, problema che riguarda milioni di bimbi al mondo e provoca conseguenze come arresto della crescita e rachitismo, anomalie dello sviluppo neurologico e disfunzioni immunitarie. I ricercatori hanno trapiantato microbiota da bambini di 6-18 mesi del Malawi su topi privati di germi intestinali. Hanno così verificato che il microbiota proveniente da neonati e bambini malnutriti è immaturo, ovvero tipico di fasce di età più è piccole, inoltre trasmette fenotipi di crescita deteriorati. “La crescita ridotta che vediamo nei bambini malnutriti è stata trasmessa ai topi che ne hanno ricevuto i microbi intestinali”, spiega Jeffrey I. Gordon e a capo del progetto. Quando è stato aggiunto però un particolare ceppo di Lactobacillus alle diete di questi topi, si è assistito a un aumento di muscoli e ossa, associato a “cambiamenti enormi” nel cervello e nel metabolismo del fegato. I ricercatori testeranno a breve questa possibilità sull’uomo.