I commercianti di Castelnovo di Sotto a sostegno del MIRE, Maternità Infanzia Reggio Emilia.

Mire Reggio Emilia

Grazie alla tradizionale cena estiva di solidarietà e di raccolta fondi che si svolge ogni anno con il patrocinio del Comune a fianco dei portici, di fronte alla chiesa di Sant’Andrea e ad altre donazioni di commercianti, piccoli esercenti e cittadini di Castelnovo di Sotto, quest’anno sono stati raccolti e donati a Curare Onlus 6mila 500 euro. A questa edizione dell’iniziativa erano presenti 400 persone.

L’assegno virtuale é stato consegnato giovedì pomeriggio in Pediatria, al Santa Maria Nuova, alla presidente di Curare OnlusDeanna Ferretti, alla presenza della dottoressa Maria Chiara Rompianesi in rappresentanza della Direzione Medica dell’ospedale, dei commercianti riuniti nell’associazione Botteghe della Rocca, del sindaco di Castelnovo di Sotto Francesco Monica e dell’assessore alla Cultura Cristina De Palmi.

Il Mire sorgerà nell’area ospedaliera, accanto al Core – Centro Oncologico ed Ematologico di Reggio Emilia e ospiterà le attività del Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico del Santa Maria Nuova completando l’offerta assistenziale del più grande ospedale della provincia. Oltre a raggruppare i servizi fondamentali del Materno infantile, il nuovo edificio offrirà sempre maggiori garanzie per la salute e la sicurezza dei pazienti e degli operatori, in ambienti con standard elevati di comfort alberghiero.

“Ogni anno i commercianti di Castelnovo di Sotto, riuniti nell’associazione “Botteghe della Rocca”, – spiega – Donatella Ruspaggiari, presidente della compagine – organizza eventi con il patrocinio del Comune, fra cui la cena estiva, il cui ricavato va in beneficenza. Abbiamo pensato al MIRE, perché crediamo molto in questo progetto, che sarà un fiore all’occhiello per la Sanità reggiana”.

“Fa piacere – ha detto il sindaco Monica – vedere un’associazione e tante persone collaborare per un fine benefico di questo livello. La struttura che nascerà sarà di grande utilità per tutta la provincia e non solo, perché rappresenterà un’eccellenza a livello regionale e nazionale”.

Deanna Ferretti ha ringraziato di cuore per la donazione: “Sono sette anni che lavoriamo e ci impegniamo per questo progetto che sarà a vantaggio di tutta la comunità e ora a breve vedremo la prima pietra. Grazie, ogni volta siamo commossi dalla generosità delle persone che ci sostengono e spronano a continuare”.

L’elenco di chi ha contribuito: Speroni spa; Landini spa; Cermedical srl; Tecfrigo spa; Confcommercio; Idrostar sas; Linea ceramica snc; Latteria La Grande; Cantarelli e Melloni; Emilpneus; Studio Venti; Studio Mattioli; i negozi delle Botteghe della Rocca e tanti singoli cittadini.