fbpx

Il libro con l’esperienza di volontariato dei dipendenti Teva Italia

Tinteggiare le pareti, dare informazioni e cucinare per gli ospiti delle case di accoglienza. Sono le attività svolte dai dipendenti dell’azienda farmaceutica Teva Italia, che sono diventati volontari per un giorno per il progetto ‘A casa lontani da casa’, promosso da quattro associazioni (Avo Milano, CasAmica Onlus, Lilt Milano e Prometeo Onlus) per fornire alloggio e sostegno a migliaia di pazienti affetti da gravi patologie, che da tutta Italia arrivano a Milano per curarsi. Dall’esperienza ai fornelli è nato un libro, ‘Le ricette per sentirsi a casa’, presentato a Milano.
Nel corso del 2015 i dipendenti di Teva Italia hanno avuto la possibilità di dedicare una giornata di lavoro ad attività di volontariato per ‘A casa lontani da casa’, progetto che l’azienda farmaceutica sostiene da quattro anni. Alcuni dipendenti si sono occupati di tinteggiare gli alloggi, altri di dare informazioni presso l’Infopoint all’Istituto dei tumori, altri ancora si sono cimentati come chef a domicilio. Sono 31 le ricette regionali raccolte nel libro, che sono state realizzate dai dipendenti di Teva Italia insieme ai volontari, ai pazienti e alle loro famiglie. Alla stesura del libro hanno partecipato anche la food blogger, Alice Agnelli (www.agipsyinthekitchen.com), che ha aggiunto i suoi consigli e proposto delle varianti, e il dottor Saverio Cinieri, direttore dell’Unità operativa complessa di oncologia medica e Breast unit dell’ospedale Perrino di Brindisi, che ha suggerito otto ricette adatte per i pazienti oncologici, oltre che consigli per fare del cibo un alleato per stare bene. Il volume sarà disponibile nelle edicole insieme alla rivista ‘Starbene’ dal 22 marzo. Le Teva V-Days, giornate di volontariato sociale di impresa, come le altre iniziative nell’ambito dell’innovazione e della responsabilità sociale “mostrano che l’impegno di Teva è sentito a livello locale e globale – ha commentato l’amministratore delegato di Teva Italia, Hubert Puech d’Alissac – per noi è importante far star bene le persone, non solo attraverso le nostre specialità farmaceutiche la anche sostenendo progetti come questi con forte impatto sociale”.