fbpx

Incubo rughe ma per 6 donne su 10 quelle occhi segno di forza

Chirurgo estetico, tra cause anche stress e preoccupazioni

Intorno alla bocca, tra gli occhi, sulla fronte: sono le rughe che creano più imbarazzo e insicurezza. Quelle che invece sono accettate e, in alcuni casi considerate anche segni che migliorano il viso, sono le rughe intorno agli occhi, le cosiddette ‘zampe di gallina’. E’ il risultato di un sondaggio online eseguito tra 500 donne tra i 20 e i 50 anni proposto dal chirurgo estetico Giulio Basoccu, docente all’Università Tor vergata di Roma e Responsabile della Divisione di Chirurgia Plastica Estetica e Ricostruttiva dell’Istituto Neurotraumatologico Italiano (INI).

”Le rughe intorno alla bocca – sottolinea lo specialista – sono il terrore per 8 donne su 10, poichè questo tipo di inestetismo invecchia particolarmente il viso femminile. Le rughe gabellari, quei due solchi più o meno profondi che si formano nel tempo tra gli occhi, vissute quasi come una cicatrice, sono invece insopportabili per 6 donne su 10. E le rughe orizzontali che vanno sempre più in profondità, le cosiddette rughe frontali, che si formano sulla pelle della fronte nel corso degli anni, creano forti imbarazzi a 1 donna su due”. Ci sono però rughe che vengono accettate di più e che, sebbene indichino il passare del tempo, possono per molte donne, 6 su 10, rappresentare un segno di forza e di energia: sono le rughe perioculari, intono agli occhi.

”Al formarsi delle rughe sul viso – spiega Basoccu – contribuiscono l’invecchiamento cronologico nel suo complesso, la degradazione delle fibre elastiche operata dal sole, i movimenti muscolari e articolari, la forza di gravità, lo stress, ma anche le preoccupazioni che portano inconsapevolmente ad impostare i muscoli del visto in movimenti che creano segni sulla pelle”. Contro questi inestetismi, varie le soluzioni applicabili: dagli interventi con laser alla tossina botulinica o l’utilizzo di prodotti a base di acido ialuronico.