fbpx

La generazione Y fa poco sesso rispetto ai genitori

Mantengono le distanze come i bisnonni

Niente sesso, o quasi, per la Generazione Y. Rispetto alla Generazione X, quella dei loro genitori, i ragazzi nati a ridosso del Millennio sono molto meno attratti da una vita sessuale intensa e libera, al punto da comportarsi in modo molto più simile a quello dei loro bisnonni, anche se per ragioni molto diverse. Lo indica la ricerca pubblicata sulla rivista Archives of Sexual Behavior e condotta negli Stati Uniti da Jean Twenge, dell’università di San Diego, Ryne Sherman, della Florida Atlantic University, e Brooke Wells, della Widener University.
Dalle risposte di 26.707 adulti statunitensi di età compresa tra i 18 e 96 anni che hanno partecipato al sondaggio General Social Survey, è emerso che i ragazzi nati dopo il 1990 hanno una vita sessuale molto meno attiva rispetto a quella che i loro genitori avevano alla stessa età.
In particolare il 15% dei ragazzi di età compresa tra 20 e 24 anni non ha avuto partner sessuali da quando ha compiuto 18 anni, cosa che ai nati dopo il 1960 accadeva appena nel 6% dei casi. 
Quello che emerge, quindi, è che i giovani della generazione Y hanno un comportamento sessuale molto più simile a quello dei loro bisnonni nati negli anni ’20, ma erano altri tempi e c’era un’altra mentalità.
Secondo i ricercatori le ragioni di questo importante cambiamento sono numerose e molto diverse. Lo scarso interesse per il sesso potrebbe essere la conseguenza di una maggiore educazione sessuale, o ancora di una consapevolezza relativa ai rischi delle malattie sessualmente trasmissibili, come l’Aids, e non ultimo il facile accesso alla pornografia online.