Lauree in medicina e professioni sanitarie. Resi noti i posti disponibili

Il Ministero della Salute ha reso noti i posti disponibili per i corsi di laurea in Medicina e Professioni Sanitarie. Ci si aspettava un taglio deciso invece, la mediazione tra ministero, atenei e regioni, ha portato ad una modesta riduzione.

A Medicina i posti disponibili quest’anno saranno 9.513, meno dei 10.083, un taglio pari al 4%. Stessa percentuale per le professioni sanitarie dove si è passati dai 26.608 dell’anno scorso ai 25.522. In questo caso, però il calo è dovuto alla chiusura di alcuni corsi di laurea, a Catanzaro (dove ne sono stati chiusi 7), Cagliari, Foggia e Salerno. I più colpiti, in percentuale, i Tecnici Radiologi che hanno visto dimezzarsi i posti negli ultimi anni.

Ancora più difficile per Odontoiatra, perché la sforbiciata ai posti è stata più consistente: meno 16%. Saranno infatti 792 i posti per il prossimo anno accademico, a fronte dei 949 del 2014/2015.

Questa cifre, però scontentano tutti gli attori in causa. Se da un lato la FNOMCeO insisteva per avere circa 7.000 iscritti, le associazioni degli studenti puntavano a qualche posto in più. Il rischio, segnalato nei giorni scorsi, è quello di avere un grande numero di laureati che non potrà essere adeguatamente assorbito dalle Scuole di Specializzazione, ma soprattutto quello di avere, nell’immediato futuro, circa 25.000 medici disoccupati.

Le prove si svolgeranno il 4 settembre per le professioni sanitarie e l’8 settembre per Medicina e Odontoiatria