fbpx

Le Stelle di Natale AIL tornano in 4mila piazze italiane Da 5 a 8 dicembre. Obiettivi ricerca, assistenza e case alloggio

Tornano le Stelle di Natale AIL in 4000 piazze italiane dal 5 all’8 dicembre: si rinnova il tradizionale appuntamento di solidarietà promosso dall’Associazione Italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma, con la 27/a edizione dell’iniziativa Stelle di Natale.
La manifestazione è realizzata grazie all’impegno di migliaia di volontari, che offriranno una piantina natalizia a chi verserà un contributo minimo associativo di 12 euro. Dal 1/o al 10 dicembre sarà inoltre attivo il numero solidale 45507 per donare da rete fissa e mobile.

Grazie ai fondi raccolti con le Stelle di Natale e il numero solidale, l’AIL continuerà a svolgere le attività che da oltre 45 anni la contraddistinguono e realizzate grazie all’opera delle 81 sezioni provinciali: finanziare le Case alloggio Ail, strutture situate nei pressi dei principali Centri Ematologici italiani, che accolgono i malati e i loro familiari costretti a spostarsi dal luogo di residenza per le cure. Attualmente sono 35 le città italiane che ospitano questo servizio, con 546 posti letto e 3.120 persone accolte ogni anno tra pazienti e familiari.
L’obiettivo è aprire nuove case e rendere più accoglienti e funzionali quelle già esistenti. Altri obiettivi sono sostenere la Ricerca scientifica, finanziare il GRUPPO GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie EMatologiche dell’Adulto), cui fanno capo oltre 150 Centri di Ematologia, e collaborare al servizio di Assistenza Domiciliare per adulti e bambini.
Anche quest’anno la Lega Serie A e l’Associazione Italiana Arbitri sostengono AIL con una campagna di sensibilizzazione negli stadi.
“I rilevanti risultati negli studi scientifici e le terapie sempre più efficaci e mirate, compreso il trapianto di cellule staminali – afferma l’associazione – hanno determinato un grande miglioramento nella diagnosi e nella cura dei pazienti ematologici. È necessario però continuare su questa strada, per raggiungere nuovi obiettivi e rendere leucemie, linfomi e mielomi sempre più guaribili”.