fbpx

Lorenzin, su allattamento urgono nuove linee guida

Va superato tabu’, nudi ovunque ma allattare in pubblico turba

Sull’allattamento “è necessario avere delle nuove linee guida nazionali e poi bisogna mettere le donne nella condizione ottimale per allattare”. Lo ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, intervenuta all’Università Campus Bio-Medico di Roma dove i ginecologi, alla vigilia della della 38ma Giornata Nazionale per la Vita, hanno sottoscritto un documento sul senso della medicina prenatale che verrà consegnato da Monsignor Lorenzo Leuzzi, Vescovo Ausiliare di Roma e responsabile della Pastorale Universitaria e Sanitaria, a Papa Francesco. “Siamo arrivati ad avere il tabù dell’allattamento” lamenta il ministro Lorenzin: “Non ci dobbiamo stupire – ha detto – se una donna allatta alla fermata dell’autobus o al ristorante o sul posto di lavoro, non c’è nulla di male. Si vedono donne nude ovunque, però non si può allattare perché qualcuno rimane turbato”.  Inoltre, ha detto ancora il ministro Lorenzin, “dobbiamo organizzare un’assistenza post-parto diversa, che non faccia sentire le donne sole nei primi due mesi dopo che hanno partorito. Non tutte, infatti, hanno la fortuna di avere genitori che possono fare i nonni a tempo pieno”.