Malattie respiratorie da fumo. Giovani i più vulnerabili. Intervista al prof. Fogliani

Sono quasi 12 milioni i fumatori in Italia e rappresentano il 22,3% della popolazione. Diminuiscono gli uomini tabagisti, ma aumentano le donne. Ma riguarda i giovani il dato più preoccupante, secondo cui “fumare, equivale ad essere smart”. Inevitabile il rapporto tra fumo e patologie respiratorie quali la Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva e il Tumore al polmone: rischi dei quali, gli adolescenti, sembrano non preoccuparsi più di tanto. Serve più che mai una maggiore campagna di prevenzione, pensando forse al fatto che qualcosa, nell’applicazione delle legge Sirchia, non abbia funzionato a dovere, Ne abbiamo parlato con il prof. Fogliani, noto pneumologo e Specialista in Malattie dell’apparato respiratorio. L’intervista è stata realizzata da Salvo Falcone a Milazzo, a margine del convegno su Asma e Bpco organizzato da AV Eventi e Formazione con la responsabilità scientifica del dott. La Fauci.