Medical News

Manipolata la fotosintesi clorofilliana

I raccolti possono aumentare del 20%

Per la prima volta la fotosintesi è stata manipolata per permettere alle piante di crescere più rapidamente e fino al 20% in più, aumentando di conseguenza il rendimento dei raccolti. L’esperimento, che per ora ha solo dimostrato la fattibilità di questa tecnologia, è descritto sulla rivista Science ed è stato condotto da un gruppo di ricercatori internazionali guidato da Johannes Kromdijk dell’Università dell’Illinois.

Una scoperta dal grande potenziale in diversi campi, da quello dell’alimentazione alla produzione di energia con le biomasse, ma che secondo gli esperti richiede prudenza. Secondo Roberto Defez, ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), “per poter affermare che un processo funziona, una sperimentazione va ripetuta per diversi anni, e soprattutto in campo”.

La sperimentazione è stata condotta su piante di tabacco, nelle quali i ricercatori hanno attivato tre geni allo scopo di migliorare il meccanismo di dissipazione energetica kaletra precio. La risposta è stata più che soddisfacente. In condizioni di luce variabile, le piante hanno aumentato fino al 14% la resa nel processo di fotosintesi e di fissazione del carbonio, e di conseguenza hanno aumentato del 20% la crescita di arbusto e foglie. Secondo gli autori della ricerca, questo processo potrebbe teoricamente essere applicato a tutte le principali colture.