MELANOMA. IN FUTURO USEREMO I VIRUS PER CURARLO

In futuro potremmo usare il virus dell’Herpes Simplex per curare il Melanoma. A dirlo è uno studio dell’Istituto per la Ricerca sul Cancro della Gran Bretagna, pubblicato sul Journal of Clinical Oncology.

Il virus è stato geneticamente modificato in modo tale da avere come bersaglio principale le cellule cancerogene del melanoma e provocarne l’apoptosi. Inoltre, la presenza di agenti virale nei pressi del tumore provoca una risposta immunitaria che, stando sempre allo studio, riesce distruggere le cellule tumorali.

Lo studio studio è durato tre anni, in 64 centri fra StatiUniti, Canada, Gran Bretagna e Sud Africa. Il prossimo anno T-VEC, come è stato battezzato il virus geneticamente modificato dovrebbe entrare nella pratica clinica, contro forme molto aggressive di melanoma che non rispondono ai farmaci. A Al microrganismo sono stati eliminati due geni che gli permettevano di infettare e replicarsi indistintamente nelle cellule umane, anche in quelle sane.

I Malati sottoposti a questa terapia sono sopravvissuti 41 mesi, contro la metá, 21,5 degli altri con lo stesso tumore trattati solo coi farmaci tradizionali. Il 10% dei malati è poi guarito completamente dal cancro. Nessuna cura risolutiva per questo tumore, quindi, ma la strada sembra molto promettente soprattutto per l’attivazione della risposta immunitaria scatenata dal virus modificato: il sistema immunitario è riuscito a individuare le cellule tumorali “segnalate” dal virus, e ad eliminarle. Secondo i dati dell’Oms, nel mondo 232mila persone vengono colpite da melanoma ogni anno, l’88 % dei malati ha una spettativa di vita di soli 5 anni dopo la diagnosi.