fbpx

Natale: Psicoterapeuta,1 italiano su 2 vorrebbe saltare feste

Sondaggio Eurodap, pesano paura terrorismo e crisi economica

Un italiano di due vorrebbe saltare il Natale e dichiara di non avere alcuna aspettativa positiva da questa festività. E’ un dato che invita a riflettere quello che emerge da un sondaggio online promosso dall’Associazione Europea disturbi da Attacchi di Panico (Eurodap), al quale hanno risposto 1.100 donne e uomini, tra i 20 e 60 anni d’età. ”Il 70% delle persone che ha risposto al sondaggio afferma che questo non sarà un bel Natale e che partire in questo periodo è rischioso a causa del terrorismo. Inoltre 1 su 2 afferma di non partire per problemi economici”, spiega la psicoterapeuta Paola Vinciguerra, presidente Eurodap. Il sondaggio, sottolinea, ”ha messo in luce l’altissimo livello di stress in cui stiamo vivendo sia per la crisi economica, che fa sviluppare una grave incertezza per il futuro, sia per la minaccia terrorismo che non risparmia, con la sua imprevedibilità, alcun tipo di meta”. Lo stress che si sta così accumulando, avverte l’esperta, ”è una grave minaccia per il nostro umore e per la nostra salute. ‘Paralizzarsi’ per la paura è il comportamento peggiore ed autodistruttivo che si possa mettere in atto”. E questo ha delle conseguenze anche sui bambini, con i quali, afferma Vinciguerra, ”non serve fingere, perché ‘ascoltano’ e percepiscono lo stato d’animo degli adulti al di là delle parole”. Da qui i consigli della psicoterapeuta: ”Ognuno, sulla base delle proprie possibilità, deve cercare di uscire da questa ‘paralisi’: quindi, è bene organizzare incontri con amici e parenti, non parliamo di problemi ma di progetti, cercando di fare in modo che i bambini respirino aria di leggerezza e non di preoccupazione. La cosa importante in questo momento – conclude – è reagire, sperare e fare”.