fbpx

Società Italiana di Nefrologia , Walter Morale nuovo presidente del gruppo di Studio degli accessi vascolari

Il dott. Walter Morale, recentemente nominato direttore della U.O.C. di Nefrologia e Dialisi dell’ASP provinciale di Ragusa ospedale Maggiore di Modica, ricoprirà – per il prossimo triennio – l’incarico di Presidente del gruppo di Studio degli accessi vascolari nell’ambito della Società Italiana di Nefrologia. La nomina alla guida del gruppo di progetto è avvenuta durante il 62° Congresso Nazionale di Nefrologia tenutosi a Rimini dal 6 al 9 ottobre scorso, in seguito al risultato delle votazioni. Con questo incarico il dr.  Morale avrà il compito di coordinare. a livello nazionale,  i progetti di studio, la ricerca e trials clinici sugli accessi vascolari promuovendo altresì la formazione e l’aggiornamento nel settore della nefrologia Interventistica vascolare in seno alla società scientifica della S.I.N.

Nella lettera di insediamento ha esposto il suo programma delineando gli obiettivi futuri che mirano a promuovere la nascita di un registro nazionale che censisca gli accessi vascolari degli emodializzati in Italia. Portare avanti nuovi progetti di studio orientati soprattutto verso l’innovazione tecnologica e la telemedicina applicata al monitoraggio preventivo delle disfunzioni degli accessi vascolari dei pazienti in dialisi, supportare la formazione di nuovi medici nefrologi e del personale sanitario dedicato alla dialisi e, non per ultimo, instaurare rapporti di collaborazione con altre società scientifiche promuovendo la formazione di team di collaborazione specialistica multidisciplinare.

Ha manifestato in una recente dichiarazione tutta la soddisfazione e l’entusiasmo derivanti dalla sua nomina- «Ringrazio tutti i colleghi per questa attestazione di stima e fiducia che mi vedrà ancora più impegnato all’interno della nostra società scientifica al fine di offrire risposte sempre più adeguate ai pazienti nefropatici. Questa nomina rappresenta un riconoscimento di merito alla Nefrologia dell’ASP di Ragusa e mi sento di condividerlo con tutti i colleghi e infermieri con cui quotidianamente lavoro.»
E ancora – «Esprimo gratitudine per la sensibilità e la lungimiranza dei vertici aziendali dell’ASP di Ragusa, che hanno permesso sul territorio ibleo di creare un ambiente fertile promuovendo un significativo sviluppo della sanità territoriale, incentivando la nascita e l’accrescimento di branche specialistiche di grande importanza strategica per la medicina, come la radiologia interventistica. In questa ottica si stanno instaurando collaborazioni multidisciplinari tra i professionisti del territorio in grado di offrire una sanità altamente specialistica che ci ha permesso di affrontare problematiche vascolari complesse e complicate nei pazienti in emodialisi. Lavorare così è stimolante e permette soprattutto di dare risposte sempre più adeguate alle esigenze dei nostri pazienti emodializzati del territorio evitando le migrazioni extra provinciali o extra regionali». Infatti, si è registrata di contro una migrazione inversa orientata verso la nostra sanità locale. «Tra le tante cose da fare – ha aggiunto il dr. Morale – mi impegnerò affinché il prossimo Congresso Nazionale sugli accessi vascolari della Società Italiana di Nefrologia possa svolgersi per la prima volta in Sicilia».