Nell’ultimo decennio raddoppiati gli over 80 nei Pronto Soccorso

Dal 21 al 29 Maggio la Settimana nazionale del Pronto soccorso

Sono aumentati del 60%, in soli dieci anni, i pazienti over 80 dei Pronto soccorso italiani che diventano, sempre di più, anche realtà di ‘protezione sociale’ per questa categoria fragile di cittadini. Ad evidenziare il fenomeno è la Società italiana di medicina di emergenza-urgenza (Simeu), che dal 21 al 29 maggio organizza la terza edizione della Settimana nazionale del Pronto soccorso.

Nelle principali città italiane, medici e infermieri della Simeu promuoveranno incontri con i cittadini e simulazioni di attività cliniche per spiegare le dinamiche dell’emergenza sanitaria e ascoltare le esigenze dei pazienti. Il tema di quest’anno è appunto incentrato sulle esigenze del paziente anziano.

Spesso, sottolinea la presidente Simeu Maria Pia Ruggieri, ”la situazione clinica di questi pazienti è ulteriormente complicata da una situazione di disagio sociale che aggrava le condizioni di salute e soprattutto rende difficile la dimissione del paziente, che per condizioni di povertà o solitudine, frequentemente non ha una rete di sostegno che possa assicurarne una convalescenza sicura o una corretta prosecuzione delle cure”.

Per questo il personale dei Pronto soccorso, denuncia Ruggieri, ”anche al di là delle specifiche competenze sanitarie, si attiva con i servizi socio-sanitari del territorio, associazioni e istituzioni per costruire la rete con le strutture esistenti. Ma la situazione è ancora troppo diversa da regione a regione per poter garantire a tutti lo stesso servizio”.