NEONATOLOGIA, PER PARTORIRE IN ITALIA, 88% SCEGLIE OSPEDALI PUBBLICI

ROMA – Gli ospedali pubblici o equiparati si confermano il luogo d’elezione per il parto nell’88% dei casi, mentre l’11,9% avviene in case di cura private accreditate e non. E’ uno dei dati contenuti nel “Decimo Rapporto sull’evento nascita in Italia”, pubblicato sul sito del ministero della Salute e curato dall’Ufficio di Statistica sulla base dei dati rilevati nel 2011 dal Certificato di Assistenza al Parto (CeDAP). Dall’indagine si evince inoltre che il 61,8% dei parti si svolge in strutture più sicure, cioè dove avvengono almeno mille parti annui, mentre quasi il 10% (9,5%) avviene in strutture dove si fanno meno di 500 parti l’anno. Tra le curiosità figurano il ricorso a più visite ed ecografie del necessario e la presenza del padre nel 90% dei casi al momento della nascita. Il ricorso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita si verifica per 1,43 gravidanze ogni 100.

4 Marzo 2015