fbpx

World No Tobacco Day, la giornata internazionale contro il tabacco

In Italia continuano a calare fumatori,maglia nera a regioni Sud

Niente colori, loghi, marchi e informazioni promozionali sulle confezioni di sigarette.


All’insegna della promozione dei pacchetti neutri, si è celebrata ieri la nuova edizione del World No Tobacco Day, la Giornata internazionale contro il tabacco. Con lo slogan ‘Get ready for plain packaging’, l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e la Framework Convention on Tobacco Control (Fctc) puntano a promuovere l’uso del cosiddetto plain packaging, perché ritenuto strumento efficace nel contrasto al tabagismo, in particolare tra i giovani. Lo spiega l’immagine scelta per celebrare la giornata 2016 e che proviene dall’Australia, Paese che per primo, nel 2012, ha introdotto per legge il confezionamento no brand e ne ha misurato gli effetti.

Dopo l’ultima stretta sul fumo dovuta all’entrata in vigore della direttiva della Commissione europea potrebbe essere questo il nuovo passo anche nel vecchio continente. Intanto calano nel nostro Paese i fumatori, come ricorda sul suo portale l’Istituto Superiore di Sanità (Iss). I dati Passi per il quadriennio 2012-2015 confermano la riduzione, iniziata nel 2008, della prevalenza dei fumatori che oggi si attesta al 27%. Il fumo è in calo in tutta la popolazione, fatta eccezione per le persone in situazione economicamente svantaggiata. Maglia nera va ad alcune Regioni del Centro-Sud, dove si registrano le quote più alte di fumatori. La buona volontà degli italiani si riflette anche nei tentativi di smettere, dichiarati da poco più un terzo dei fumatori attivi (37,2%).