fbpx

I nostri figli ‘sono quello che mangiamo’

Stretto legame tra la qualità della dieta dei figli e quella dei genitori

Se volete che i vostri bambini si alimentino in modo sano, cominciate a farlo voi. I nostri figli, infatti, ‘sono quello che mangiamo’. Ad aggiungere un corollario al noto detto ‘siamo quello di cui ci nutriamo’ è uno studio che evidenzia lo stretto legame tra la qualità della dieta dei genitori e quella dei figli. Questa connessione, per i ricercatori, potrebbe portare a migliori strategie per affrontare i problemi di salute legati a sovrappeso e obesità e alle malattie collegate, tra cui infarto, ictus e diabete.

L’analisi, condotta dall’Università del Delaware, negli Stati Uniti, e pubblicata sul Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics, si basa su dati provenienti da 698 coppie genitori-figli. Per ottenere un campione verosimile delle abitudini alimentari, i ricercatori hanno esaminato l’alimentazione relativa a tre giorni per ogni coppia, di cui almeno uno infrasettimanale e uno del finesettimana. Hanno poi analizzato i dati calcolando l’apporto calorico ingerito e l’assunzione di verdure, frutta e latticini a basso contenuto di grassi, così come di alimenti nutrienti. Al netto di variabili, come la zona in cui vivevano e l’indice di massa corporea, è emerso che la dieta dei genitori era il più forte predittore della qualità della dieta del bambino. In particolare erano strettamente correlati due parametri negativi: poche verdure e troppe calorie vuote, ovvero cibi a base di zuccheri che forniscono apporto energetico ma senza nutrienti, come proteine e vitamine.