Medical News

Nuove terapie contro il diabete con le prime ‘fabbriche’ di insulina personalizzate

Scoperta la ‘sirena’ molecolare che dà il via alle attività nelle ‘fabbriche’ di insulina artificiali: si tratta di una proteina che richiama al lavoro le cellule beta del pancreas ottenute in laboratorio, inducendole a produrre insulina in risposta ai livelli di zucchero. Questo importante risultato, che apre la strada alla creazione di pancreas artificiali ‘personalizzati’ a partire dalle stesse cellule dei pazienti diabetici, è illustrato sulla rivista Cell Metabolism dai ricercatori del Salk Institute a La Jolla, in California.

”Per funzionare correttamente, le cellule beta del pancreas devono essere capaci di fare due cose: rispondere al glucosio e produrre insulina”, spiega il co-autore dello studio, Ronald Evans. ”Finora – prosegue il ricercatore – nessuno era riuscito a trovare un modo per produrle in laboratorio a partire da cellule dei pazienti inducendole poi a svolgere entrambe le funzioni. Con questo studio, siamo riusciti a trovare l’interruttore molecolare che serve a produrre cellule beta umane resistenti e funzionali, aprendo la strada a nuove potenziali terapie contro il diabete”.

L’interruttore che fa suonare la ‘sirena’ nelle fabbriche di insulina si chiama Err-gamma, ed è una proteina-recettore situata nel nucleo delle cellule. I ricercatori hanno provato ad accenderla all’interno di cellule beta del pancreas prodotte in laboratorio a partire da cellule staminali indotte (a loro volta ottenute riprogrammando cellule adulte prelevate dalla pelle dei pazienti). Una volta attivata la proteina Err-gamma, le cellule beta sono state impiantate in topi diabetici, dove hanno iniziato a funzionare fin dal primo giorno alleviando i sintomi della malattia.
I ricercatori definiscono questi risultati ”entusiasmanti’, ma invitano comunque alla cautela: saranno necessari ancora anni di studi prima di poter arrivare ad una sperimentazione clinica sull’uomo.