Ospedale di Chieti: Borsa di studio per laureato in Dietistica

Si comunica che il colloquio, previsto nel bando di avviso, si terrà il giorno 6 novembre 2017 alle ore 9.30 presso i locali del Centro obesità dell’Ospedale “SS. Annunziata’ di Chieti in via dei Vestini, località Colle dell’Ara – Chieti. 
Le candidate ammesse, dottoresse Tamara Linfozzi e Maria Cristina Pasotti, dovranno presentarsi nel giorno, nell’ora e nella sede indicata, munite di un valido documento di identità e di una fotocopia dello stesso.
La mancata presenza a qualsiasi titolo dovuta sarà considerata come rinuncia a partecipare.
Premio Merck in Neurologia 2a edizione: informatizzazione dei processi gestionali della Sclerosi Multipla e Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali (PDTA) digitali i progetti vincitori
La premiazione in occasione del Congresso SIN
I due progetti si sono distinti per innovatività e capacità di migliorare la qualità della vita dei pazienti con Sclerosi Multipla Napoli
Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, ha annunciato domenica 15 ottobre, durante il Congresso SIN i vincitori della IIa Edizione del Premio Merck in Neurologia. La seconda edizione dell’iniziativa, patrocinata dalla Società Italiana di Neurologia (SIN), è destinata a finanziare progetti che abbiano come principale obiettivo la creazione o il miglioramento di un collegamento tra i Centri SM presenti all’interno di Enti Ospedalieri e Universitari e le diverse realtà territoriali (quali ad esempio Medici di Medicina Generale, centri di riabilitazione, servizi di assistenza domiciliare), prevedendo l’utilizzo di soluzioni tecnologiche innovative, al fine di migliorare la qualità di vita dei pazienti. Ad aggiudicarsi il premio: una piattaforma digitale che opera da case manager, informatizzando i diversi processi gestionali della SM e la comunicazione tra i soggetti coinvolti nel processo di cura; un sistema informatico costituito da un portale web e un software di raccolta dati per instaurare un ‘dialogo digitale’ tra centro clinico e realtà territoriale, per favorire la presa in carico del paziente e l’attivazione dei PDTA (Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali). Ottimizzazione dei processi assistenziali grazie alla eHealth I due progetti vincitori sono stati valutati dalla Commissione Giudicatrice del Premio sulla base dei criteri di fattibilità del progetto, innovatività, applicabilità nella pratica clinica in diversi contesti a livello nazionale, impatto sulla gestione clinica e ripercussioni sul paziente e sulle persone che li assistono in termini di qualità di vita e di convivenza con la malattia. “Nella gestione clinica della SM, malattia particolarmente complessa che obbliga spesso il paziente e chi lo assiste a doversi affidare alle diverse strutture assistenziali presenti sul territorio, è fondamentale l’interazione tra i Centri per la Sclerosi Multipla attivi all’interno di strutture Ospedaliere o Universitarie, fulcro della gestione clinica della malattia, e le diverse realtà territoriali.” – Afferma il Prof. Leandro Provinciali, Presidente della Società Italiana di Neurologia e Presidente della Commissione giudicatrice del Premio.
I progetti vincitori dell’Edizione 2017:
– Informatizzazione delle funzioni di case manager per una gestione integrata e altamente personalizzata della Sclerosi Multipla Dipartimento di Neuroscienze e Scienze Riproduttive ed Odontostomatologiche, Università degli Studi di Napoli “Federico II”
Responsabile Progetto: Dott. Marcello Moccia
Il progetto prevede l’informatizzazione del percorso di cura della SM attraverso la realizzazione di una piattaforma informatica con le funzioni di case manager che potrà essere personalizzata sulla base delle esigenze mutevoli e variabili dei centri SM, strutture sul territorio e, non da ultimo, pazienti. Tale piattaforma garantirà la personalizzazione del percorso di cura, l’ottimizzazione dei processi assistenziali ponendo sempre al centro il paziente che sarà in grado di controllare il processo di cura e di interagire con i diversi professionisti della salute, sulla base delle sue necessità e priorità.
– Digital PDTA: Modello di dialogo digitale tra centro clinico e territorio Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini
Responsabile Progetto: Dott. Claudio Gasperini
Il progetto prevede la possibilità di instaurare un dialogo “digitale” tra centro clinico e realtà territoriale grazie ad un unico sistema informatico (portale web, app per il paziente e software di raccolta dati) in modo che la presa in carico del paziente e l’attivazione del PDTA (Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali) diventino un percorso strutturato e condiviso, così come condivisi saranno i dati del paziente, con l’opportunità per gli operatori coinvolti di seguirne il suo percorso all’interno del PDTA.