La Pediatria dell’Angelo… invasa da draghi, gnomi e delfini

Draghi, gnomi, formichine, delfini, e non solo: dipinti in grandi affreschi sulle pareti, rendono più belle le stanze di degenza della Pediatria del Ospedale dell’Angelo. A popolare tutte le stanze del Reparto, ma anche i corridoi e gli ambulatori, con queste figure fantastiche e rasserenanti è stata l’artista Serena Carnera, che ha prestato gratuitamente i suoi pennelli per un intervento realizzato con il lavoro di alcuni mesi.
Il progetto è stato voluto dall’équipe della Pediatria; accolto dalla Direzione dell’Ospedale è stato realizzato con il contributo di Valecenter. Il Centro commerciale di Marcon aveva donato già nel febbraio 2015 la somma di 55.000 euro per l’acquisto di un’apparecchiatura per il monitoraggio delle funzioni cerebrali dei bambini; e aveva chiesto a suo tempo che, acquistata l’apparecchiatura, la cifra residuale di alcune migliaia di euro fosse investita in progetti di umanizzazione anche questi dedicati alla Pediatria, ai bambini ricoverati, ai genitori che li accompagnano.
“Siamo orgogliosi di partecipare oggi – ha spiegato il Direttore di Valecenter, Alberto Marinelli – alla presentazione conclusiva di un percorso di solidarietà iniziato due anni fa destinando a questo fine i soldi raccolti nell’area giochi ‘A Casa di Alfredo’. Questa è anche l’occasione per ringraziare tutti coloro che, a vario titolo, hanno contribuito a questa gara di solidarietà, tra cui la onlus ‘Una carezza per crescere’ e i clienti del nostro centro commerciale, che con la loro generosità e il loro grande cuore hanno contribuito concretamente alla realizzazione del progetto, che rende meno faticoso il periodo di cure e di ricovero dei piccoli pazienti. Consideriamo tutti preziosa la collaborazione avviata con il Reparto, che conferma l’approccio lungimirante e solidale che Valecenter ha assunto in questi anni nei confronti della comunità locale, supportando numerose iniziative utili per tutto il territorio”.
Visitando i locali della Pediatria resi più vivaci dai colori degli affreschi e dalla complessiva ridipintura, il Direttore Generale Giuseppe Dal Ben ha espresso la gratitudine dell’Ulss 12: “Quando il territorio, le associazioni e i privati – ha commentato – ci seguono e ci sostengono sul tema dell’umanizzazione delle cure, tutto diventa più facile. Ci rallegra il sostegno economico, ma ci inorgoglisce soprattutto il sostegno al percorso che l’Ulss 12 sta facendo puntando sull’accoglienza piena e sull’attenzione piena delle persone. Significa che questa nostra attenzione, che mette al primo posto la persona ricoverata, in questo caso i bambini, è stata compresa, viene considerata importante, e viene condivisa”. 
Un grazie ulteriore è stato espresso dall’Ospedale a Valecenter per l’ulteriore assegno di 4500 euro, raccolti nel periodo estivo con la proposta dei giochi gonfiabili, e donati oggi alla “Scuola in Pediatria”, perché possa utilizzarli per la propria attività a sostegno del percorso scolastico dei bambini ricoverati.