fbpx

PER LA FDA, L’IBUPROFENE AUMENTA IL RISCHIO D’INFARTO

I preparati a base di ibuprofene sono tra i farmaci da banco più diffusi e utilizzati in tutto il mondo. Ma dagli Stati Uniti arriva l’allarme della Food and Drugs Administration. In base ad una revisione di molteplici studi condotti sui cosiddetti FANS, farmaci antinfiammatori non steroidei, i ricercatori americani hanno scoperto un aumento degli eventi cardiovascolari tra i consumatori, anche occasionali di questi farmaci.

Tra i prodotti inclusi nella nuova “messa in guardia” figurano tutti i farmaci acquistabili senza ricetta che contengono ibuprofene altri per i quali è necessaria la prescrizione medica come Il Celebrex, l’anti-artrite della classe degli inibitori della “Cox-2”.

Non inclusi sono i medicinali a base di paracetamolo e l’aspirina.

“Prima gli esperti dicevano che questi farmaci ‘possono’ causare un incremento dei rischi di infarto e ictus, ora affermano che ‘aumentano’ di fatto questi pericoli”, ha spiegato ai media Usa il portavoce della FDA Eric Pahon. “L’Agenzia inoltre ora afferma che i pericoli possono salire nelle prime settimane di uso dei prodotti in questione e se si consumano alti livelli delle sostanze”.

“In generale – scrive inoltre la Fda – pazienti che hanno gia’ fattori di rischio cardiovascolare hanno una più alta probabilità di infarti o ictus”,prendendo questi medicinali.