fbpx

PREVENZIONE, INIZIATIVA ITINERANTE DEL TDM

ROMA – Prende il via il 18 aprile la campagna itinerante del Tribunale per i diritti del malato – Cittadinanzattiva, che per i 35 anni dalla sua fondazione attraverserà tutt’Italia, con tappe in 23 città. L’iniziativa, denominata “Sono malato anch’io – La mia salute è un bene di tutti”, è realizzata con il sostegno non condizionato di Abbvie e con il portale di crowdfunding Eppela come partner. Obiettivo la tutela e il rilancio del Servizio sanitario nazionale. Non solo. Nel viaggio in lungo e in largo della Penisola saranno affrontati i principali problemi vissuti dai cittadini quando necessitano di servizi sociali e sanitari. Nelle piazze interessate al progetto sarà allestita una ‘mostra fotografica’ sui diritti dei cittadini, ispirata ai 14 diritti contenuti nella Carta europea dei diritti del malato promossa da Cittadinanzattiva nel 2002. Saranno coinvolte prevalentemente città medio-piccole “perché sono i territori più penalizzati o considerati sacrificabili in termini di servizi in molte aree del nostro Paese”, evidenzia il Tdm. “Con questa campagna vogliamo contrastare lo smantellamento in atto del Ssn – dichiara Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tdm – Cittadinanzattiva, alla presentazione dell’iniziativa – Ne sono la prova il taglio di 5 miliardi di euro nel 2015 e 2016; i ticket talmente alti da rendere più conveniente per alcune prestazioni il ricorso al privato; la revisione annunciata dei ticket che impatterebbe negativamente su malati cronici e rari; la decisione del
Governo di ricorrere al Consiglio di Stato sull’Isee per affermare il principio che invalidità civile e accompagnamento sono fonti di reddito. Di fatto, le tasche dei cittadini e delle famiglie vengono utilizzate come bancomat da cui prelevare soldi riducendo i diritti”, denuncia.

16 Aprile 2015